All posts by "Antonio Gaito"

Maschio-Angioino

Il Castel Nuovo, impropriamente conosciuto anche come Maschio Angioino è uno dei simboli della città di Napoli e domina il complesso di Piazza Municipio. La sua costruzione iniziò nel 1279 sotto il regno di Carlo I d’Angiò. Il re, sconfitti gli Svevi nel 1266, trasferì ...
quattro giornate di napoli

La seconda guerra mondiale infuriava senza esclusione di colpi. I bombardamenti arrecavano morte e distruzione indiscriminatamente ed anche la città di Napoli pagò il suo tributo. Con l’avanzata degli Alleati nel Mezzogiorno d’Italia la città venne attraversata da una corrente che avrebbe generato le premesse ...

La flotta del Regno delle Due Sicilie era, per numeri e prestigio, la più importante del Mediterraneo. A cavallo tra Settecento ed Ottocento le navi napoletane erano tra le migliori in circolazione e non solo garantivano un servizio di difesa e pattugliamento ragguardevole, ma erano ...

È arcinoto che il connubio tra politica e finanza è a dir poco indissolubile. I partiti moderni sono dei veri e propri soggetti economici che, spesso, hanno degli istituti bancari alle spalle. Nel 1998 Umberto Bossi decise che era arrivato il momento anche per la ...

Le vicende che, agli albori del 1799, portarono all’instaurazione di una repubblica a Napoli erano ormai lontane. Ferdinando IV si era rimpossessato del suo trono dopo il semestre caratterizzato dalla presenza francese. La spinta espansiva originatasi oltre le Alpi era, però, tutt’altro che alle sue ...

È risaputo che quello tra Napoli e il gioco del Lotto è un legame viscerale. La tombola napoletana, la Smorfia, con i molteplici significati che si attribuiscono ai novanta numeri, rappresentano uno dei baluardi identitari più importanti della cultura partenopea. La nascita del gioco della ...

La Scuola Medica di Salerno gode di una grande fama poiché è una delle eccellenze del nostro Mezzogiorno essendo l’istituzione medica più antica del mondo. Da tempo immemore i medici di Salerno sono stati interpellati per le loro grandi capacità e competenze. Questa situazione ha ...

Quel 7 novembre del 1860 sembrava un giorno come tutti gli altri a Roseto Valfortore (in provincia di Foggia). Il sole era tramontato già da parecchio, lasciando spazio alle tenebre ed all’autunno freddo tipico per quel paesino arrampicato sui monti dell’Appennino Dauno. Nessuno avrebbe mai ...

Nei mesi scorsi la questione dello ius soli è stata al centro di un acceso dibattito politico che ha, alla fine, dissuaso il governo Gentiloni a perseguire il suo scopo su una tematica oltremodo delicata che è legata a doppio filo ad un’altra, anzi potremmo ...

La seconda guerra mondiale era finita da pochi mesi e tutte le forze del paese stavano operando affinché l’Italia potesse ripartire dopo il disastro bellico. A tutte le latitudini della penisola si procedeva a rilento, si era ancora increduli, non pienamente consapevoli di cosa fosse ...

La canzone “Palomma e notte” è nata da una poesia del grande Salvatore Di Giacomo dedicata alla sua donna, Elisa Avignano (altresì riportato “Avigliano”). Gli amanti si conobbero nel 1905 e tra i due c’era un consistente divario d’età. Il poeta aveva 45 anni mentre ...

È risaputo che la lingua napoletana è ricca di termini ed espressioni veramente poco comuni. La vivacità e la fantasia dei nostri antenati hanno dato vita a terminologie e modi di dire singolari e particolareggiati che sono entrati a far parte del bagaglio culturale e ...
Regno delle Due Sicilie

In periodo di campagna elettorale si sa che i massimi esponenti dei partiti sono soliti introdurre elementi di novità e fare le proverbiali “promesse” che, però, non sempre vengono mantenute una volta che le urne elettorali si sono espresse. Nel corso dei dibattiti, che hanno ...

Non è noto a tutti ma draghi, mostri e più in generale creature fantastiche furono protagonisti di molte cronache che, tra il Seicento e il Settecento, riguardavano il Regno di Napoli. Fra Serafino Montorio, nel suo “Zodiaco di Maria, ovvero le dodici province del Regno ...

Da “framboise” a “frambuasso”. L’influenza della Francia sulla lingua napoletana. I contatti tra Napoli e gli altri popoli europei sono sempre stati molto frequenti, quelli con la Francia meritano una menzione particolare ed affondano le loro radici in epoche lontane. La lingua napoletana ha adottato ...

La parlesia è un sottodialetto del Napoletano, come una sorta di slang, che è stato inventato verso la fine del Settecento e veniva usato da alcune categorie sociali appartenenti ai ceti più disagiati del tempo come: borseggiatori, donne di malaffare, scaricatori di porto e così ...

Mariotto e Ganozza: i “Romeo e Giulietta” nati dalla fantasia di Masuccio Salernitano. Ci sono storie che entrano nei cuori delle persone e nell’immaginario collettivo al punto tale da resistere allo scorrere del tempo e ai cambiamenti, riuscendo a divenire di una bellezza quasi immortale. ...

“L’Inno al Re” o “Inno delle Due Sicilie” era l’inno nazionale del Regno delle Due Sicilie scritto e musicato da Giovanni Paisiello, nel 1787, per volontà di Ferdinando IV di Napoli, ma venne adottato ufficialmente come inno dello Stato borbonico solo nel 1816. La partitura ...

La lingua napoletana è ricca di proverbi ed espressioni brillanti e spesso molto famose. Ci sono però dei modi di dire che però non hanno avuto la stessa fortuna e sono cadute in disuso o comunque nel dimenticatoio. È questo il caso del concetto di ...

Si sono spese molte parole negative sull’esercito borbonico, spesso inquadrato come un organismo eccessivamente dinastico ed indisciplinato sotto l’aspetto tattico. In realtà esso fu uno strumento militare molto valido che, in diversi momenti, si contraddistinse per un elevato livello di efficienza e pericolosità. Figura cardine ...