Vesuvio Mountainbike Race 2018: apertura straordinaria di Villa delle Ginestre

Tutto pronto per «Vesuvio Mountainbike Race» 2018, la seconda edizione della sfida su due ruote tra i sentieri del Vesuvio al via domenica mattina alle 9 e organizzata dall’ASD Vesuvio Mountainbike, alla guida del presidente Gerardo Giampa, con il sostegno dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, presidente Agostino Casillo, e il patrocinio di 8 Comuni Vesuviani.

Gli iscritti, provenienti da ogni parte d’Italia, sono oltre 700 e domani 19 maggio alle 12 si ritroveranno presso il villaggio di accoglienza all’interno del complesso Valle dell’Orso, in via Giovanni XXIII, per la distribuzione dei pettorali e il pacco gara omaggio.

Poi domenica mattina l’attesissima gara: start alle 9 da Valle dell’Orso per percorrere chilometri di Parco Nazionale, lambendo ben 8 Comuni: Torre del Greco, Boscotrecase, Trecase, Boscoreale, Terzigno, Ottaviano, Ercolano e San Giuseppe Vesuviano.

Novità di quest’anno è l’apertura straordinaria di Villa delle Ginestre, la dimora in cui il poeta recanatese Giacomo Leopardi trascorse gli ultimi anni della sua vita, ospite dell’amico Antonio Ranieri, e dove compose due straordinarie odi «La Ginestra» e «Il tramonto della luna». I turisti che hanno accompagnato i ciclisti alla gara potranno visitare la splendida Villa del Miglio D’Oro e gli stessi ciclisti, prima dell’arrivo, vi transiteranno rendendo omaggio al poeta dell’«Infinito». L’organizzazione ha fatto stampare per l’occasione delle t-shirt ricordo con il noto verso della poesia «La Ginestra».

Partenza, quindi, alle 9 per effettuare due percorsi:

– Un Gran Fondo di 42 chilometri e 1600 metri di dislivello che si snoderà intorno a Vesuvio

– Un percorso Medio Fondo/Escursionistico di 23 km e 800 metri di dislivello che è dedicato a chi è meno preparato atleticamente, percorso che si snoderà nelle pinete situate all’interno della Riserva Forestale del Tirone Alto Vesuvio.

Il percorso lungo Gran Fondo salirà fino a quota 1000 percorrendo i sentieri sterrati del Vesuvio fino al Rifugio Imbò, da dove proseguirà per una lunga discesa attraverso la suggestiva Valle dell’Inferno fino alla Valle delle Delizie a Ottaviano, proseguendo poi lungo i sentieri in sterrato che tagliano i valloni posti nella parte est del Vesuvio fino a ritornare a Torre del Greco.

LEGGI ANCHE  Torre del Greco. DiVino Jazz Festival: tre giorni di musica e degustazioni a Villa delle Ginestre

Arrivo alla Valle dell’Orso dove sarà allestito un palco per le premiazioni.

E’ consuetudine dopo la gara, che la società organizzatrice offra un «Pasta party» ai concorrenti che quindi dopo le fatiche della gara, potranno sfamarsi al self service della struttura della Valle dell’Orso che, inoltre,  il 20 maggio inaugurerà anche la stagione aprendo i suoi impianti ai familiari dei concorrenti impegnati sul percorso.

Per la gara già da settimane moltissime strutture ricettive del Vesuviano hanno già registrato il tutto esaurito per ospitare i ciclisti e le loro famiglie.

«Sono veramente orgoglioso del lavoro fatto da tutti i soci dell’ASD Vesuvio Mountainbike – dice il presidente Gerardo Ciampa – dal presidente dell’Ente Parco, Agostino Casillo, dalle istituzioni e le forze dell’ordine che ci hanno permesso di realizzare questa ardua impresa. Noi che sfidiamo la montagna non temiamo le sfide: tendiamo a rialzarci anche dopo le cadute. Così, dopo i devastanti incendi che hanno ridotto il nostro amato Vesuvio in cenere, ci siamo rimboccati le maniche perché si potesse organizzare questa gara e non si perdesse, per il nostro territorio, questa grande opportunità. Un’opportunità di valorizzare lo sport in un parco famoso in tutto il mondo, aperto a queste iniziative grazie all’impegno del Presidente Casillo, e di incrementare lo sviluppo turistico con l’accoglienza di centinaia di sportivi con famiglie a seguito. Siamo convinti che sarà un grande successo»

Potrebbe anche interessarti