Higuain senza rimpianti: “Alla Juve sono felice. Sarri diceva che ero pigro perchè..”

Gonzalo Higuain, ha rilasciato una lunga intervista a So Foot, il mensile francese del quale conosciamo alcuni passaggi dell’intervista grazie alla Gazzetta dello Sport. L’argentino, ex azzurro, ha parlato anche del Napoli, in particolare di Maurizio Sarri, allenatore che ancora oggi stima molto e grazie al quale è riuscito a far esplodere tutto il suo talento di centravanti, ecco cosa dice:

Sarri? Mi disse che ero pigro, perchè voleva segnassi come Messi e Ronaldo. E un po’ aveva ragione. Dopo infatti ho fatto 36 goal”.

Il suo passaggio alla Juventus ha deluso tanti tifosi, sia perchè è stato pattuito in maniera troppo subdola, che i tifosi azzurri ne sono rimasti spiazzati, e soprattutto per aver scelto la casacca bianconera, tanto odiata. Ma il Pipita non ha rimpianti, anzi:

La scelta della Juve non è stata una decisione facile, ma ne sono fiero e felice, visto che poi ho giocato una finale Champions”.

In riferimento ai fischi ricevuto al San Paolo, per Higuain sono stati un vero stimolo, infatti il suo goal al 13′ del primo tempo, ha assicurato la vittoria alla sua squadra:

“Un fischio lo senti anche tra dieci persone che applaudono. Meglio essere sempre preparati mentalmente, altrimenti puoi cadere da molto in alto. I fischi però sono una sorta di elogio del tifoso che infondo non chiede che applaudirti per un goal”

Potrebbe anche interessarti