Champions League, i ricavi per i club: quanti milioni può guadagnare il Napoli

Napoli

La Uefa ha reso noti i dettagli in merito alla distribuzione delle entrate per i club che prenderanno parte alla prossima edizione della prossime competizioni UEFA. I ricavi commerciali netti, dalle suddette competizioni, saranno di 2,73 miliardi di euro: il 6,5% sarà riservato al calcio europeo e resterà alla UEFA, mentre il restante 93,5% verrà redistribuito ai club partecipanti, per un ammontare di 2,55 miliardi di euro, dei quali 2,04 miliardi distribuiti ai club che partecipano a UEFA Champions League e Supercoppa UEFA.

Soffermandoci su quello che è lo status del Napoli, qualificato alla fase a gironi della Champions League, in virtù del secondo posto in Serie A, i contributi per i club che partecipano dalla fase a gironi in poi saranno di 1,95 miliardi di euro, da suddividere così: quote di partenza 488 milioni di euro (15,25 milioni per ogni club); importi fissi secondo le prestazioni (2,7 milioni di euro per una vittoria e 900.000 euro per un pareggio); 585 milioni saranno ripartiti sulla base delle classifiche dei coefficienti di rendimento decennali; infine, per gli importi variabili (market pool) saranno da ripartire 292 milioni di euro.

Per le fasi successive, i contributi previsti sono i seguenti: qualificazione agli ottavi di finale: 9,5 milioni di euro a club; qualificazione ai quarti di finale: 10,5 milioni di euro a club; qualificazione alle semifinali: 12 milioni di euro a club; qualificazione alla finale: 15 milioni di euro a club; La vincente della finale di UEFA Champions League riceverà 4 milioni di euro supplementari; I due club che si qualificano alla Supercoppa UEFA 2018 riceveranno 3,5 milioni di euro ciascuno, con la vincente che riceverà 1 milione di euro supplementare.

LEGGI ANCHE  Coppa Italia, pubblicato il calendario: ecco quando e come vedere il Napoli

Potrebbe anche interessarti