Turris, Carannante: “Ci mancano i ricambi, ma dobbiamo dare di più. Sul mercato…”

La Turris cade ancora in casa. Il Nardò vince con un gol di Agodirin, bravo a sfruttare un pasticcio della retroguardia corallina. La classifica, per gli uomini di Carannante, adesso si complica maledettamente, complice anche la penalizzazione, parzialmente ridotta.

Ai microfoni dei giornalisti presenti al Liguori l’allenatore della Turris non nasconde la delusione per il risultato. Ecco cosa ha dichiarato il tecnico: “Nel primo tempo potevamo fare gol, il portiere del Nardò ha compiuto una parata bellissima. Nel secondo tempo, invece, abbiamo preso un gol sul quale si poteva fare molto meglio. Bisogna migliorare, perché sia i difensori che il portiere hanno responsabilità importanti. Davanti potevamo fare meglio in qualche occasione, ma oggi era difficile e lo sapevamo. Dispiace, perché il Nardò ha fatto pochissimo“.

Prosegue: “Mi aspettavo una partita del genere, perché ci mancavano tre titolari. Adesso possiamo fare tante chiacchiere, ma la cosa innegabile è che bisogna tutti, a cominciare dal sottoscritto, rimboccarsi le maniche. Dobbiamo lavorare ancora meglio – spiega Carannante – perché così non basta. I ragazzi, essendo molto giovani, sentono il peso di questa situazione. Qualcuno ha anche bisogno di rifiatare, ma non ci sono i ricambi“.

Conclude: “Devo essere sincero, lavoriamo senza sosta ogni giorno per fare meglio. Apprezzo l’applauso finale dei tifosi, ma in questo momento bisogna dare di più e cambiare questa tendenza. Mercato? La società ha preso un direttore sportivo che se ne sta occupando. Gli ho fatto nomi di giocatori con certe caratteristiche, sono calciatori prendibili, ma sono ovviamente ricercati, e chi ce li ha difficilmente vuole darli via“.

Potrebbe anche interessarti