Manifesto choc: hai un tumore? Spera di non essere meridionale!

macchinario tumori
Un’altra brutta notizia per chi vive nelle zone dell’Italia meridionale.

“Se hai un tumore e vuoi sopravvivere spera di non essere meridionale. E’ questo il messaggio che si palesa agli occhi dei cittadini alla vista dei numerosi manifesti voluti dall’Ordine dei medici di Napoli e di Bari, i quali denunciano i sostanziali e costanti tagli alla Sanità delle Regioni meridionali.

L’accusa dei medici è soprattutto rivolta ad una politica sanitaria scellerata che da anni è perpetuata ai danni dei pazienti, specie, quelli affetti da cancro e malattie degenerative. I tagli oltre ad essere determinati da una crisi economica finanziaria senza precedenti sembrerebbe essere accompagnata a una precisa scelta: quella di ritenere la popolazione meridionale più giovane e quindi meno bisognosa di cure.

A peggiorar il quadro, già non felice, sono le motivazioni politiche alla base dei tagli, ovvero, gli scarsi risultati prodotti in termini di efficienza e “produttività” nei nosocomi meridionali. Come se la salute umana potesse essere misurata in termini economici. Tutto questo avviene, ovviamente, trascurando il fatto che le menti più brillanti provengono da una formazione universitaria “made in sud”.

Infine gli stessi medici sottolineano come la qualità della vita e la salute migliorino proprio in quei paesi europei (Norvegia ndr) dove la ricerca scientifica e il sistema sanitario sono sostenuti da politiche sanitarie, attente si agli sprechi, ma attuate con ragionevolezza.

1457181830-campagna-tumori-2

Potrebbe anche interessarti