Foto. Ecco i disegni di Fortuna: la piccola gridava aiuto

disegno 2
Era troppo piccola per raccontare a parole
. La verità l’aveva affidata ai suoi disegni, che oggi appaiono come grida d’aiuto inascoltate. Figure femminili disegnate e cancellate con insistenza, finestre con le sbarre, case senza porte oppure con due porte. Si sentiva in trappola, la piccola Fortuna, ricattata, sapeva di dover mantenere il segreto ma non ne capiva il motivo.

Così, agli occhi della grafologa Sara Cordella, incaricata della lettura dei disegni per le indagini difensive sulla tragedia, tutto ha un senso, tutto parla. Quando Fortuna disegnava le case di quel palazzo, magari in compagnia delle amichette, lo faceva con colori accesi, con tratti decisi, quasi a sfogare la rabbia, l’aggressività che una bimba di 6 anni si trova a conoscere e a dover reprimere perché qualcuno le ha detto di stare zitta.

Nessuno all’epoca poteva capire cosa si celasse dietro quei tratti apparentemente banali, senza alcun senso particolare se ad inciderli è una bambina così piccola. Invece, su quei fogli bianchi, Fortuna aveva impresso il suo dolore, soffocato e solitario. I suoi disegni sono in mano agli inquirenti e sono l’ultima e unica testimonianza che la bambina ha lasciato, inconsapevolmente, affinché si facesse giustizia.

 

disegni fortuna loffredo 3

disegno fortuna loffredo 2

disegni fortuna loffredo 4

Foto da fanpage.it. Clicca qui per vederle tutte.

Potrebbe anche interessarti