Cruciani: “Rubare albero di Natale? Accade solo a Napoli”. No, ci sono casi in tutta Italia

La questione della distruzione dell’albero di Natale in Galleria è certamente una tradizione infelice per Napoli, e tutt’altro che lusinghiera. Troppo facile, quindi, che diventi preda di chi aspetta solo il pretesto giusto per parlare male della città partenopea. Come Giuseppe Cruciani, che più volte ha negato l’esistenza di un’ostilità del Nord verso il Sud, oltre che attaccato Napoli stessa. Lo ha fatto anche stavolta, nel suo programma radiofonico “La Zanzara”, puntualizzando che il furto di un albero di Natale avviene solo a Napoli: “Diciamo la verità, queste cose accadono solo a Napoli, non è una cosa razzista, ma è la verità. E se non si prende atto della verità, non si va da nessuna parte”.

A rispondergli per le rime è stato Maurizio Zaccone, che ha elencato, con tanto di link, tutti i luoghi d’Italia in cui è avvenuto il medesimo furto. E sono tanti: Bologna, Bergamo, Torino, Ivrea, provincia di Brescia, di Milano, di Vercelli, di Firenze, di Verona, e altri ancora.

Zaccone ha poi concluso così il suo post: “Gli alberi li rubano ovunque, Cruciani, perché i coglioni sono ovunque. 
Anche in radio”.

Cruciani, via Twitter, ha prontamente replicato, specificando che “nessuno era l’albero “principale”, al centro. Alcuni che lei ha elencato sono di condomini, altri danneggiati e poi riparati. E non con la motosega. Quanti coglioni su Facebook…”.

Peccato, però, che se l’albero principale è inteso come l’enorme albero di Milano, quello Napoli non lo ha proprio. E poi, se viene distrutto o soltanto rubato, cosa cambia? La gravità del fatto non è la stessa?

Noi pensiamo di sì, ma sappiamo anche che, poiché è un fatto che si verifica con cadenza annuale, sarebbe giusto attivare un servizio di sorveglianza efficace per scoraggiare i vandali.

LEGGI ANCHE  Festival del Museo Archeologico: tanti ospiti internazionali, anche il regista Ozpetek

Ma ciò non toglie che tutto il mondo sia Paese, anche in questo caso.

IL VIDEO DI CRUCIANI con POST DI ZACCONE

Potrebbe anche interessarti