La Napoli del ‘300 tra Boccaccio e Petrarca: tour nei luoghi toccati dai due poeti

Per tutti gli amanti della letteratura è previsto, a Napoli, venerdì 5 gennaio 2018, un tour alla scoperta dei luoghi in cui hanno soggiornato due illustri poeti del ‘300: Giovanni Boccaccio e Francesco Petrarca. Boccaccio era un rampollo di una ricca famiglia toscana, che trascorse lungo tempo nella città partenopea affascinato dai fasti trecenteschi della Napoli angioina.

Qui, incantato da luoghi e natura, grazie anche all’incontro con la sua musa ispiratrice Maria D’Aquino, meglio nota come Fiammetta, nipote di Roberto D’Angio, scrisse alcune sue opere come il Teseida, il Filocolo, il Filostrato e la Caccia di Diana nonché “L’Elegia di Madonna Fiammetta”, componimento dedicato alla sua amata. Ma Napoli si ritrova soprattutto nei versi della Quinta novella della sua opera più importante, il Decameron, ispirata ad Andreuccio da Perugia e ambientata appunto nei vicoli della città partenopea.

E proprio in questi luoghi si svolgerà il tour: dalla Basilica gotico-angioina di San Lorenzo Maggiore, dove avvenne l’incontro con Fiammetta, al Duomo, il fulcro dell’intera novella dedicata ad Andreuccio da Perugia. Ma si farà tappa anche alla Cappella di Santa Restituta, alla Crypta di San Gennaro e alla Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro. Nella Basilica di San Lorenzo, inoltre, soggiornò anche Francesco Petrarca, del quale pure si parlerà nel corso dell’evento.

Appuntamento alle 10:30 in Corso Umberto, davanti all’Università Federico II.

Costo: 7 euro.

Prenotazione obbligatoria entro il 4 gennaio 2018 contattando i seguenti recapiti: CELL. 3405365852; WHATSAPP 3317100447.

A cura dell’associazione Antarecs.

Potrebbe anche interessarti