Napoli. Sparano in piena notte ad un ragazzo di colore: è stato ferito all’addome

Napoli – E’ successo ieri verso la mezzanotte, su corso Umberto a Napoli, una brutta aggressione ai danni di un ragazzo di colore di 22 anni. Ennesimo sfoggio di violenza razziale, dopo quello documentato solo pochi giorni fa a Caserta, che ha visto protagonisti due migranti, uno dei due feriti al torace dal pistolero di turno che urlava: “Salvini, Salvini”.

A denunciare l’accaduto di ieri notte è Potere al Popolo, che in un post su Facebook ricostruisce l’accaduto: Ieri Bouyangui (il ragazzo di colore aggredito) stava tornando a casa da lavoro, come ogni sera. Ma questa volta è stato diverso. Dal finestrino spunta la canna di un fucile che gli esplode un paio di colpi contro. Uno di questi gli raggiunge l’addome. L’auto fugge nella notte. Bouyagui rimane a terra. Chiama gli amici che lo portano prima a casa e poi all’ospedale. Bouyangui ora è tornato a casa ma in forte stato di shock. Fortunatamente si trattava di un fucile a pallini che gli ha provocato una contusione”.

Un ragazzo simpatico e socievole che è da diversi anni in Italia e non ha mai causato problemi a nessuno. Anzi, come si sottolinea nel post di denuncia:Bouyagui  è stato accolto dallo sprar di Napoli “Less- ONLUS” e dopo essere stato riconosciuto meritevole di protezione, ha cominciato subito a lavorare come cuoco. Oggi gestisce un ristorante di cucina africana “Kikana” e qualche mese fa è stato anche ospite in tv ad una puntata di Master Chef”.

Un gesto che sembra oltrepassare il semplice razzismo, ma che sembra entrare in un malato circuito di fanatismo ed esasperazione.

Ecco la foto della ferita al torace medicata, pubblicata da Potere al popolo:

 

 

Potrebbe anche interessarti