La Scimmietta, com’è nato il gelato più famoso di Napoli

la scimmiettaIl maestro del gelato Biagio Giglio, fondatore della nota gelateria “La Scimmietta” di Afragola è venuto a mancare. Con lui  va via un pezzo importante della storia di Napoli e dell’arte del gelato. “La Scimmietta” marchio fondato nel 1974 è una vera e propria eccellenza campana, infatti nel 2017 è stata nominata “Miglior gelateria d’Italia“.

Era il 1950 quando Biagio iniziò per passione la sua attività. Una persone semplice, dedite alla famiglia e al lavoro, ma con in testa un sogno, un grande sogno. Fino al 1962, vendeva con grande entusiasmo gelati con i carretti in giro per le strade, ma, in quell’anno, decise di aprire un bar trasformato, poi, in una vera gelateria, suo sogno da sempre. Era il 1974 e da una simpatica scimmietta porta fortuna ricevuta in dono nasceva la firma di un autentico artigiano del gelato: LA SCIMMIETTA.

Dal 14 febbraio 1986 a continuare la tradizione del gelato è suo figlio Antonio. Una tradizione portata avanti nel rispetto dell’artigianalità e della qualità dei prodotti, con l’obiettivo antico e sempre nuovo di regalare emozioni attraverso il piacere di un buon gelato.

Sono 72 i diversi gusti di gelato artigianale proposti dalla nota gelateria. Dai classici gusti alla frutta come limone, fragola, ananas, melone, cocco alle creme più richieste come nocciola, cioccolato, caffè, stracciatella, ai nostri gusti tipici della tradizione partenopea come sfogliatella, rococò, babà, delizia al limone, pastiera, strega di Benevento. Oggi il brand vanta tre sedi, quella di Afragola, quella di Marcianise e quella di Caserta.

Potrebbe anche interessarti