Terra gratis e casa al Sud per chi fa il terzo figlio: la proposta del governo

Dovrà passare al voto delle due Camere quella che Luigi Di Maio chiama “Manovra del popolo, ma la legge di bilancio fa già discutere. Nell’ultima bozza della manovra economica del governo gialloverde è contenuta una proposta piuttosto particolare: assegnare terre pubbliche alle famiglie disposte a fare il terzo figlio. Nell’ottica dell’esecutivo, questa misura è volta ad aumentare la natalità in Italia, il cui valore è progressivamente calato nel corso degli ultimi anni, complice soprattutto la crisi economica.

Il governo dovrebbe stanziare 20 milioni di euro (5 nel 2019 e 15 nel 2020). L’appezzamento di terra verrà dato in concessione gratuita per 20 anni alle famiglie disposte a fare il terzo figlio nei prossimi 3 anni (2019-2020-2021). Non solo la terra da coltivare, però. Verranno concessi, infatti, mutui fino a 200mila euro a tasso zero a quelle famiglie che acquisteranno nelle vicinanze del terreno la loro prima casa.

Nello specifico, verranno assegnati terreni a vocazione agricola di proprietà dello Stato o in stato di abbandono nelle regioni del Sud. I terreni potranno andare anche a società di giovani imprenditori agricoli che riservano una quota del 30% alle famiglie col terzo figlio che arriva tra il 2019 e il 2021. Come detto, attraverso questa proposta, l’obiettivo del governo è quello di aumentare l’indice di natalità del Paese.

Potrebbe anche interessarti