Da villa Volpicelli a villa Rosebery: le ville storiche più belle di Napoli

Palazzo Donn’Anna

Sin dall’epoca dei Romani, Napoli veniva scelta dai ricchi come meta per le proprie ville di “otium“, per la rara bellezza del Golfo, oggi famosa in tutto il mondo. Le rovine di quelle dimore, che erano sinonimo di potere e importanza sociale, oggi si possono riscontrare specialmente lungo la costa di Posillipo.

Successivamente, nel Rinascimento aragonese ma soprattutto nel periodo borbonico, la corte napoletana e altri nobili si fecero costruire lussuose abitazioni nella capitale o nei dintorni, disposti a pagare cifre esorbitanti pur di accaparrarsi i migliori architetti sul mercato (Vanvitelli, Fuga, Vaccaro su tutti).

Poi, purtroppo, le speculazioni edilizie che caratterizzarono specialmente gli anni ’50 del Novecento, distrussero molte ville, e quelle che rimasero persero parte della loro bellezza.

Oggi, comunque, quelle rimaste a Napoli sono ancora molte, e la loro presenza accresce il patrimonio architettonico e naturalistico della città. Alcune di queste, però, versano in cattivo stato di conservazione, e avrebbero bisogno di restauri e manutenzione.

Vediamone insieme qualcuna:

Villa Regina

Villa Regina

Villa Regina è una villa rinascimentale di Napoli, situata in via Belvedere, nel quartiere Vomero. Essa fu costruita per volontà del duca Capece Galeota della Regina per farne la propria residenza di campagna, e qui si ritirò dopo aver abbandonato ogni carica pubblica. Agli inizi del XX secolo, l’ultimo discendente del duca lasciò l’edificio ad un istituto religioso per assistenza agli orfani. Oggi l’edificio ospita la “Scuola Media Belvedere”.

Villa VolpicelliVilla Volpicelli è una delle Ville più famose di Napoli. Situata nel quartiere Posillipo, la struttura venne acquistata da Raffaele Volpicelli nel 1884, e dallo stesso fu subito ristrutturata. Dal 1999 è stata scelta per rappresentare l’esterno di Palazzo Palladini, il condominio dove sono ambientate le vicende di Un Posto al Sole, la celebre soap opera di RaiTre.

Villa Lucia

Villa Lucia

Villa Lucia è una villa neoclassica in stile pompeiano, situata a Napoli, nel quartiere Vomero. Essa sorge accanto al Parco della Villa Floridiana. Oggi è raggiungibile attraverso un vialetto che corre da via Cimarosa lungo la stazioncina superiore della Funicolare di Chiaia.

Villa Patrizi

Villa Patrizi è una villa storica di Napoli, situata in via Manzoni n. 41. Struttura di architettura barocca, essa fu costruita nel XVIII secolo, ed è composta da tre piani e terrazze. Nell’Ottocento la famiglia Patrizi, a cui apparteneva il complesso, vi organizzava spettacoli ed eventi culturali, a cui spesso partecipavano anche ospiti di case regnanti e dell’aristocrazia europea di passaggio a Napoli. Oggi è sede di incontri, mostre e convegni.

Villa La Decina

Villa La Decina è una delle più rilevanti ville di Napoli. La struttura, il cui nome deriva dalla quercia soprannominata “decina” o “regina”, venne costruita nella prima metà del XVIII secolo, e rappresenta, assieme all’Eremo dei Camaldoli e all’antico nucleo colonico dei marchesi Verusio, l’unica testimonianza riconducibile a questo periodo, dell’intera zona. Oggi, purtroppo, la struttura è in stato di abbandono.

Villa Pignatelli


La villa Pignatelli (o anche villa Acton Pignatelli) è una villa monumentale di Napoli situata lungo la Riviera di Chiaia. La struttura, con annesso parco, rappresenta uno dei più significativi esempi di architettura neoclassica della città. Al suo interno hanno sede il Museo Principe Diego Aragona Pignatelli Cortés e il Museo delle carrozze di villa Pignatelli.

Villa Rosebery

Villa Rosebery è un complesso monumentale, uno dei principali punti di riferimento del neoclassicismo a Napoli. La villa è stata costruita come residenza reale: si trova nel quartiere Posillipo ed è una delle tre residenze ufficiali del presidente della Repubblica Italiana. Per questo motivo non è visitabile, se non in alcuni periodi dell’anno.