Meteo Napoli

Tutte le info sul Meteo di Napoli e dintorni

Secondo gli esperti de ilMeteo.it sull’Italia sta per tornare l’estate. Dopo l’ondata di maltempo che ha investito l’Italia da Nord a Sud e che ha causato molti danni, dal prossimo fine settimana il tempo migliorerà gradualmente.

Da Domenica 11 Novembre, arriverà l’alta pressione che si estenderà dal Nord Africa e porterà il sole su tutta la Penisola. Vivremo quella che viene chiamata in gergo meteorologico l’Estate di San Martino, tipica di questo periodo nel cuore dell’autunno.

Anche le temperature aumenteranno con valori superiori alle medie storiche di 3/4°C, 22/23°C durante le ore centrali in città come Bari, Cagliari e Napoli.

Secondo gli esperti questa ondata di calore durerà più del previsto almeno fino a sabato 17 novembre, quando dovrebbe arrivare l’aria fredda dalla Russia.

maltempo napoli

maltempo napoliLa Campania si prepara a una nuova allerta meteo, anche se con molte meno preoccupazioni delle precedenti. La Protezione Civile, infatti, ha diramato un bollettino di colore giallo per domani, 7 novembre, dalle ore 5 alle ore 17, solo su alcune zone della regione: area 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) e 5 (Tusciano e Alto Sele).

Nell’avviso si preannunciano precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale, e raffiche di vento nel corso dei temporali nelle stesse zone di allerta.

Visti i danni dei giorni scorsi, si raccomandano prudenza e il rispetto dei piani di sicurezza comunali.

MALTEMPO

MALTEMPOL’autunno è arrivato in Italia con la convinzione di restare e “farsi sentire”. Il maltempo non vuole lasciare il nostro Paese, e anche questo weekend non si presta a gite fuori porta o passeggiate piacevoli.

Nelle prossime ore, inoltre, la situazione è destinata a peggiorare. Come riporta ilmeteo.it, nelle giornate di domenica 4 e lunedì 5 novembre, infatti, una nuova perturbazione investirà la penisola, coinvolgendo anche la Campania.

Sono previste 48 ore di piogge e temporali, anche se di intensità decisamente inferiore rispetto a quella dei giorni scorsi.

Martedì 6, invece, dovrebbe finalmente arrivare il sole sulla nostra regione.

Il maltempo è nuovamente previsto su Napoli e tutta la Regione Campania. Pertanto, la Protezione civile regionale ha emesso una allerta meteo di colore arancione che interesserà quasi tutte le aree regionali, dalle ore 8 di domani, giovedì 1 novembre 2018, fino alle ore 8 di venerdì 2 novembre.

Ancora, quindi, 24 ore di allerta meteo per fenomeni metereooigici avversi che, in particolare, colpiranno Napoli con: precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o locale temporale, puntualmente di moderata o forte intensità.

Vento forte o temporaneamente molto forte sudorientale, con raffiche nei temporali; mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. La Protezione civile, quindi, ha invitato gli enti preposti ad attuare tutte le misure inserite nel piani di emergenza, per salvaguardare l’incolumità di persone e cose.

Allerta Meteo

Allerta MeteoOggi, in quasi tutta Italia, sembra essere tornato un cielo sereno. Soprattutto dopo i forti, violenti e disastrosi temporali di ieri, che rafforzati e resi ancora più distruttivi dalle forti raffiche di vento, hanno strappato la vita a ben 8 persone in tutti il Paese, tra questi uno studente universitario di soli 21 anni che è morto a Fuorigrotta perchè travolto da un albero.

Ma anche la quiete di oggi e solo un preannuncio ad ulteriori giorni di maltempo e pioggia. Intanto, il Sud può rifiatare oggi, 30 ottobre e domani 31 ottobre, godendo di un cielo, abbastanza sereno anche se dalle temperature fredde. Ma da Giovedì 1 Novembre il maltempo tornerà. Infatti secondo gli esperti de ilmeteo.it, l’intero territorio nazionale sarà oppresso da forti precipitazioni senza sosta che potrebbero diventare anche alluvioni-lampo in particolare sul Friuli Venezia Giulia e tra Lazio e Campania.

Da Venerdì 2 ottobre e per tutto il primo weekend del mese di Novembre, il tempo migliorerà, la pressione tornerà ad aumentare regalando una maggiore stabilità un po’ a tutto il Belpaese.

Foto di Gustavo Vassallo

L’Italia è piegata in due da una tempesta che sta causando danni e disagi gravi da Nord a Sud. Napoli e la Campania dalle prime ore di questa mattina sono dilaniate da un vento fortissimo che ha provocato la caduta di alberti, cartelloni pubblicitari, gazebo e altro.

Purtroppo, per questo pomeriggio di Lunedì 29 ottobre, le previsioni non sono rassicuranti. Il tempo è in peggioramento, e al vento si stanno aggiungendo i temporali, con fulmini in estensione un po’ ovunque.

Ma quanto durerà questa ondata di maltempo? Secondo ilmeteo.it, nella giornata di domani, Martedì 30 ottobre, il meteo sarà in miglioramento, con tempo variabile o soleggiato già dal mattino, anche se il vento placherà la sua furia soltanto nel pomeriggio.

I vento di queste ore sta raggiungendo raffiche di 120 chilometri orari. Non si esclude il pericolo di locali mareggiate con onde anche molto alte.

A causa delle pessime condizioni metereologiche, con piogge e forti venti che si sono abbattuti da ieri sulla nostra regione, è stata diramata ieri l’allerta meteo dalla Protezione Civile della regione Campania e che sarà in vigore fino a martedì. 

Il livello di criticità dell’allerta è di colore arancione, quindi non gravissima come quella di colore giallo e per tale motivo, la maggior parte dei sindaci hanno fatto orecchie da mercante, e hanno preferito non chiudere le scuole, dopo le critiche della scorsa settimana, in cui nonostante fosse stata diramata l’allerta meteo, il tempo dello scorso lunedì non era così critico o pericoloso da non permettere agli studenti di andare a scuola. Unica eccezione è Procida, in quanto il sindaco ha deciso di chiudere le scuole di ogni grado e ordine.

Di certo, almeno questo è assicurato, se in mattinata il clima dovesse peggiorare in maniera improvvisa, alcune scuole comunicheranno la sospensione delle lezioni per permettere agli studenti un ordinato deflusso verso casa.

Intanto per oggi sono previste precipitazione sparse a carattere anche temporalesco e di rovesci su tutto il territorio. Il vento spirerà forte causando anche un mare agitato che potrebbe bloccare anche i collegamenti e i trasporti via mare.

MALTEMPO

MALTEMPODopo l’allerta meteo e i disagi che per due giorni hanno colpito gran parte d’Italia, Campania compresa, oggi il sole la fa da padrone su quasi tutta la penisola. Il bel tempo, però, avrà vita breve, visto che già da venerdì una nuova perturbazione si avvicinerà al nostro Paese.

Mercoledì 24 e Giovedì 25, il sole splenderà un po’ ovunque da Nord  a Sud, ma dal giorno successivo la situazione è destinata a cambiare. Come riporta ilmeteo.it, l’alta pressione tenderà a spostarsi verso il Nord Atlantico, favorendo così la discesa di correnti fredde che contribuiranno alla formazione di un vortice depressionario nei pressi del Mar Ligure, che porterà un forte maltempo sull’Italia. Primi fenomeni già da venerdì, ma il picco sarà nel weekend con piogge e precipitazioni in tutta la penisola.

Anche le temperature seguiranno questa altalena: prossimi due giorni abbastanza gradevoli, poi nuovo crollo in concomitanza con la perturbazione.

pomigliano allagata

pomigliano allagataDa un clima primaverile con temperature al di sopra della media stagionale, a un tempo decisamente invernale con un clima gelido al di sotto della media autunnale.

Un brusco risveglio è stato quella della Campania, ma più generalmente quello dell’intera Italia, che sarà attraversata per tutta la settimana da un vortice di bassa pressione con venti gelidi di origine balcanica. In particolare a Napoli e provincia ci manifesteranno nella giornata di oggi, 22 ottobre, acquazzoni e rovesci di forte intensità con una temperatura massima attestata intorno ai 17 gradi e una minima non superiore ai 13 gradi.

Una vertiginoso calo climatico di circa 10 gradi, se si pensa che nella mattinata di ieri, domenica 21 ottobre, il termostato segnava addirittura 27 gradi. Inoltre, sui rilievi appenninici di Abruzzo e Molise potrebbe già posarsi la neve, presentandosi così al Sud in tempi record.

Per fortuna il maltempo, secondo gli esperti de ilmeteo, non sembra destinato a proseguire nei prossimi giorni. Già da domani tornerà il sereno con venti moderati, ma le temperature resteranno sempre al di sotto di quelle godute nelle scorse settimane. Picco di bel tempo si registrerà Giovedì 25 ottobre, con un lieve rialzo anche delle temperature massime che toccheranno i 23 gradi.

Ieri la Protezione Civile della Regione Campania ha diramato un bollettino meteo recante un’allerta di colore arancione, valevole dalle 22 di ieri sera fino alle 22 di oggi, 22 ottobre. Per tale motivo molte scuole di Napoli e Provincia, nell’avellinese, nel casertano,nel beneventano e solo in parte nel salernitano, hanno deciso di restare chiuse nella giornata di oggi.

Dal bollettino si legge la possibilità di rovesci e precipitazione di media e forte intensità. Per tale motivo i sindaci di moltissimi comuni, per evitare di mettere a rischio l’incolumità degli studenti hanno deciso di far saltare, per cause giuste, un giorno di scuola agli alunni campani.

Le prime scuole ad emanare subito gli avvisi sono state quelle di: Somma Vesuviana, Sant’Anastasia, Comiziano, Torre del Greco, Pozzuoli, Giugliano, Angri, Cava de’ Tirreni, Sarno, Roccapiemonte, Nocera Superiore. Ma attualmente risulta che il 98% per cento delle scuole è rimasta chiusa.

L’allerta Arancione per dissesto idrogeologico diffuso su tutto il territorio regionale è legata alle precipitazioni che potrebbero innescare fenomeni come “instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango; significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti); Possibili cadute massi”.

Dopo un inizio di autunno caldo con punte anche di 28° arriva un ciclone in discesa dall’Artico che porterà il primo vero freddo sull’Italia, a confermarlo è ilmeteo.it.

Nel prossimo fine settimana le temperature saranno ancora gradevoli: oltre i 22/24°C gradi. Ma già dal pomeriggio di Domenica 21 inizieranno a cambiare: “un vortice ciclonico, in avvicinamento all’Italia dall’Europa orientale è pronto infatti a fare il suo ingresso, a partire dai settori adriatici della Penisola“.

Una massa d’aria fredda quasi invernale punterà verso l’Italia con venti di Bora nei settori orientali. Ma sarà da lunedì 22 che la fase di maltempo interesserà il Sud, con forti temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Le temperature caleranno drasticamente con minime anche sotto i 10°.

Il bel tempo e il sole hanno dominato i nostri cieli anche nel mese di ottobre. Questa settimana si conclude all’insegna delle temperature abbastanza alte, decisamente superiori alla media stagionale e con un cielo soleggiato e piacevole.

Dalla settimana prossima la situazione climatica cambierà. Secondo gli esperti de ilmeteo.it le temperature caleranno bruscamente e non sono esclusi episodi temporaleschi. Le prime regioni a risentire di questo cambiamento climatico saranno quelle settentrionali, causato da perturbazioni spinte dal Vortice Islandese. Non si esclude il ritorno della neve che investirebbe il versate Alpino della nostra penisola, interessando in particolare il Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Per quanto riguarda il Sud e in  particolare la nostra regione, il tempo sereno o al massimo nuvoloso sarà protagonista del nostro cielo ancora ad inizio settimana prossima. Infatti da lunedì 15 ottobre fino a giovedì 18 ottobre, non sono previste né piogge né repentini abbassamenti climatici, ma la temperatura si manterrà intorno ad un massimo di 25-26 gradi e un minimo non inferiore ai 17 gradi.

Ma nel weekend dal 19 ottobre al 21 ottobre si potrebbero verificare degli episodi temporaleschi che causeranno un abbassamento delle temperature, dovuti a flussi perturbati ed instabili in discesa dall’Artico.

Caldo africano

Caldo africano

Nonostante i temporali e le piogge di questi ultimi giorni, il caldo non ne vuole sapere di abbandonarci. Come viene evidenziato dagli esperti de IlMeteo.it, infatti, è previsto un aumento delle temperature su tutta Italia. Questo, spiegano, sarà causato dall’afflusso verso il Paese di correnti meridionali più umide e miti, che faranno salire la colonnina di mercurio al di sopra delle medie tipiche del periodo. Al Centro-Nord si toccheranno dai 25 ai 26°C.

Più alte le medie al Sud, dove i termometri potrebbero salire fino a 27-28°C. Ma quanto durerà questo caldo fuori stagione? Almeno per tutta questa settimana. Questa la “sentenza” che proviene dagli ultimi aggiornamenti proposti dal Centro Europeo per le previsioni a medio termine.

pomigliano allagata

pomigliano allagataAllerta meteo in Campania. La Protezione Civile della Regione Campania ha diramato l’avviso di allerta meteo di colore giallo, valido su quasi tutto il territorio regionale.

Sono previsti fenomeni meteorologici avversi dalle ore 21:00 di oggi Venerdì 05 Ottobre 2018 e, salvo ulteriori valutazioni, fino alle ore 21:00 di domani Sabato 06 Ottobre 2018. La Protezione Civile mette in guardia circa precipitazioni sparse, anche a locale carattere di rovescio o temporale, puntualmente di moderata intensità. Possibili raffiche durante i temporali. L’allerta meteo non riguarda Alta Irpinia, Sannio e Tanagro.

I rischi che si corrono sono:

– Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
– Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);
– Occasionali fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate.

Non è stata una settimana tranquilla e soleggiata questa che si sta per concludere. Anzi, piogge e venti forti hanno messo a dura prova i napoletani e tutti i meridionali. Anche oggi il Sud è protagonista di un tempo incerto e con temperature abbastanza basse e fredde, mentre al Nord il sole è ancora protagonista, ma anche per il settentrione il bel tempo durerà poco.

Secondo ilmeteo.it già da domani, venerdì 5 ottobre, le piogge cominceranno a insediarsi nelle isole fino a raggiungere tutta la penisola, salendo da Sud verso Nord. Precipitazioni abbastanza violente che in alcuni casi posso assumere un carattere temporalesco o addirittura torrenziale. Non si esclude la possibilità di nubifragi.

La colpa è tutta del vortice ciclonico che ancora non lascia in pace l’Italia e che è responsabile del freddo e dei rovesci. Niente cambia nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 ottobre, sempre caratterizzate da tempo incerto e piogge. Infatti soprattutto nella giornata di sabato, i rovesci saranno più insistenti e forti. Invece domenica 7 una nuova perturbazione proveniente dall’Atlantico renderà le temperature ancora più rigide, causando veri e propri nubifragi e temporali spaventosi.

maltempo napoli

maltempo napoliDopo qualche giorno di tregua dal freddo, con sole e caldo quasi estivo, l’Italia sarà interessata da un nuovo peggioramento del meteo. Come riporta ilmeteo.it, già dalla sera di oggi, domenica 30 settembre, arriveranno le prime piogge sui settori alpini e in Pianura Padana, per poi estendersi quasi a tutta la penisola nei giorni successivi.

La perturbazione porterà piogge e temporali, e di conseguenza un calo termico dovuto a un afflusso di correnti più fresche nordorientali.

A Napoli previste precipitazioni, anche a carattere temporalesco, per tutta la giornata di domani, lunedì 1 ottobre. Martedì 2 ottobre lieve miglioramento ma possibilità di qualche pioggia nel pomeriggio.

L’estate, o meglio, le temperature al di sopra della norma stagionale non sembrano ancora volerci lasciare. Infatti secondo gli esperti de ilmeteo.it una nuova ondata di caldo potrebbe abbattersi sulla nostra penisola in questo weekend. 

Soprattutto nella nostra regione, tra sabato 29 e domenica 30, il sole tornerà ad essere protagonista del nostro cielo con temperature che sfioreranno i 28 gradi. Quindi i venti di Bora che hanno raffreddato l’aria e abbassato le temperature da inizio settimana si placheranno.

Resta però la probabile incognita di un possibile uragano mediterraneo, che soprattutto nella giornata di domenica 30 potrebbe causare forti tempeste tropicali, con rovesci intensi. Il suo nome è “MEDICANE”, dall’unione delle parole MEDIterranean hurriCANe. Ma almeno da quanto emerge dagli ultimi aggiornamenti dovrebbe interessare solo le aree alpine e le regioni dell’estremo meridione.

Che l’estate fosse agli sgoccioli, già era stato detto. Infatti il weekend appena concluso ha regalato giornate di sole e temperature oltre la media stagionale, al punto tale che non sono stati in pochi coloro che hanno pensato di correre al mare e godersi di questi ultimi due giorni di tintarella.

Da oggi, anche se il sole non scomparirà dal nostro cielo, si percepiranno temperature nettamente più fresche e inferiori rispetto al fine settimana appena trascorso. Le prime regioni che registreranno questo calo tendente al freddo sul termometro saranno le regioni del centro-nord, che nei prossimi giorni raggiungeranno temperature al di sotto del 20 grandi fino ad arrivare nella giornata di giovedì, a toccare temperature pari ad 8-10 gradi.

Per quanto riguarda il Sud, oggi e domani 25 settembre sono previsti dei brevi ma intensi rovesci che tenderanno a rinfrescare l’aria. Quindi un inizio settimana nuvoloso e bagnato che vedrà però dei miglioramenti nella giornata di mercoledì 26 fino a domenica 30 settembre. Questo tiepido colpo di coda dell’estate sarà dovuto all‘anticiclone della Azzorre, come conferma ilmeteo.it, in cui si registreranno temperature al di sopra dei 2o gradi con massime di 24, e un cielo soleggiato. L’ultima occasione dell’anno, probabilmente, per fare un tuffo al mare.

Quindi ritorna il bel tempo, ma senza quel caldo opprimente che ci ha fatto boccheggiare fino alla scorsa settimana.

Il sole smette di picchiare almeno per oggi in Campania. La Protezione civile, infatti, ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica gialla per temporali valido dalle 14 alle 20 di oggi soli per le zone 2 (Alto Volturno e Matese) e 4 (Alta Irpinia e Sannio). Si prevedono precipitazioni locali, anche a carattere di rovescio o temporale con possibili raffiche di vento nei temporali. Uno scenario che potrebbe dar luogo, tra l’altro, a possibili fenomeni franosi.

Tra i fenomeni che possono verificarsi ci potrebbero essere: ruscellamenti superficiali con possibile trasporto di materiale, possibili allagamenti di locali interrati e di quelli al pian terreno, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse.

Possibili anche danni alle coperture a causa di raffiche di vento e fulmini. Si raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure previste dai rispettivi piani di protezione civile connesse alle condizioni meteo evidenziate e alle connesse criticità idrogeologiche.

Settembre è stato un mese sostanzialmente e prevalentemente caldo. Un’estate prolungata, che si è manifestata con maggiore convinzione in questo mese che nel tipico mese estivo di Agosto, decisamente troppo piovoso e dalle temperature incerte.

Secondo il meteo.it questo weekend sarà all’insegna del caldo e delle temperature alte. Infatti si toccheranno i 30 gradi con minime al di sopra della media stagionale e il sole farà da protagonista nel nostro cielo. Ma sarà l’ultimo weekend estivo dell’anno perchè dalla prossima settimana ci sarà un netto calo delle temperature con massime che non andranno oltre i 20-21 gradi, anche se non sono previsti sensibili rovesci o temporali.

Insomma tra qualche giorno dovremmo mettere via top e bermuda e tirare fuori dall’armadio magliettine di filo e pantaloni lunghi. Pare proprio che l’estate sia finita!