Video. I misteri di Napoli: il cane bianco che annunciava le bombe

pastore maremmano - cane bianco bombe
Un pastore maremmano

Durante il secondo conflitto mondiale Via San Paolo, strada del quartiere San Lorenzo al centro storico di Napoli, è stata segnata da una storia particolare in cui il protagonista è un cane bianco dalle doti insolite. A testimoniare l’esistenza e l’apparizione di questo strano cane è il professore Aldo De Gioia: “Durante il conflitto mondiale io avevo 8 anni e ricordo che nella primavera del ’43 fu notato questo cane bianco, che passava di corsa percorrendo tutta la strada. Pochi minuti dopo il suo passaggio venne una terribile incursione aerea americana. Dopo due o tre giorni si ripeté lo stesso fatto e si cominciò a dire: “è strano ogni volta che passa questo cane succede l’incursione”. Le incursioni si decuplicarono e questo cane immancabilmente pochi minuti prima dell’attacco passava a gran velocità. Avvenne che quando si vedeva spuntare il cane tutti scappavano verso i ricoveri”.

È così che il misterioso cane bianco dalle grosse fattezze, una pastore maremmano, che correva lungo via San Paolo a Napoli per segnalare le imminenti incursioni aeree e l’arrivo dei relativi bombardamenti anglo-americani, venne visto dal popolo partenopeo come un invito a fuggire per salvarsi. Dopo le Quattro giornate di Napoli e dopo la fine della guerra il cane non fu mai più visto, e le sue apparizioni rimasero soltanto un ricordo di quei terrificanti momenti.

Ecco il video pubblicato su YouTube da Bruno Aymone:
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=ugsvG8sI2pY&feature=player_embedded[/youtube]

Potrebbe anche interessarti