Funerali di Lello, la nonna soccorsa dal 118 per un malore: “Dovevo morire io”

Si sono svolti oggi i funerali, per dare l’ ultimo saluto al giovane Lello Perinelli di 21 anni, ucciso sabato scorso da un ambulante con una coltellata dritta al cuore a causa di un futile litigio. La cerimonia si è scolta nella parrocchia dei  Santissimi Alfonso e Gerardo di Miano, e c’è stata grande commozione da parte di tutti.

Una folla silenziosa ha sostenuto con abbracci e parole di conforto i familiari distrutti per questa gravissima perdita. Un gruppo di amici e conoscenti di Lello si è presentato in chiesa con delle magliette bianche, sulle quali erano stampate delle foto di Lello, che lo immortalano nella sua tranquilla quotidianità. Tanti anche gli striscioni esposti all’esterno della chiesa con sui scritto: “Giustizia per Lello” e “Ti hanno strappato da dentro a noi, non ti strapperanno da dentro di noi. Periz vive!”.

Non sono mancati momenti di estremo dolore. Infatti la nonna del giovane ad inizio cerimonia ha accusato un malore ed è stata trascinata all’esterno mentre urlava: “Dovevo morire io, non è giusto”. La donna è stata trasportata al pronto soccorso.

Il video dell’entrata della bara in chiesa di Internapoli:

Potrebbe anche interessarti