De Magistris: “Sono pronto a candidarmi in Europa, ma non lascio Napoli”

Napoli- “Se ci sono tutte le condizioni alte, ci sarò. Sono disponibile a mettere il mio corpo anche a capo di una coalizione europea”. È questa l’idea e perché no la volontà di Luigi de Magistris, che non esclude un futuro “europeo”, ma senza tralasciare o abbandonare la sua città, infatti ha specificato: “Ciò non significa lasciare la carica di sindaco ma significa esserci per costruire un’Europa che sia utile a Napoli. Ma se anche una sola delle condizioni poste non si dovesse realizzare, allora non metterei a disposizione la mia carta d’identità”.

Inserire il suo movimento demA in un’ottica europea, secondo il sindaco, sarebbe un grande salto di qualità e anche una grande opportunità per questa città: Se riuscissimo ad entrare nei luoghi in cui si prendono decisioni importanti sarebbe proficuo per Napoli. Quindi voi vogliamo essere in prima linea, così finalmente si penserà qualcosa di europea. Ma vogliamo esserci perché siamo preoccupati per quello che sta succedendo in Europa e in Italia”.

E durante la chiacchierata con i giornalisti si è parlato anche di Mimmo Lucano, visto “bene” dal sindaco di Napoli anche in ottica europea: Se si dovesse mettere in campo un’opzione europeista che punti all’Europa dei popoli, dei diritti, della giustizia, della solidarietà, dell’uguaglianza, dell’umanità e dell’abbattimento delle mura e di fare argine non solo alle destre eversive ma anche alle oligarchie liberiste. Mimmo Lucano dovrebbe essere uno dei protagonisti di questa coalizione ampia, civica, popolare e democratica”.

Per tale motivo il sindaco di Napoli ha in programma un progetto di candidatura che verrà presentato a Roma, appunto perché il loro obiettivo è : “Il cambiamento e aprirsi a nuove idee e nuove possibilità, senza precludere alleanze e collaborazioni”. Quindi l’idea è quella di una lista “transnazionale ed europea” e vedere se questa opzione può essere gradita”.

Potrebbe anche interessarti