Foto. Sabato sera a via Toledo, cumuli di monnezza per i turisti

via Toledo 11 Luglio 4

In pochi anni la città di Napoli ha visto aumentare in maniera esponenziale i turisti presenti ogni anno in città, mostrando che il difficile momento dovuto al danno d’immagine per l’emergenza rifiuti è stato superato, che qualcosa si muove affinché sia ridata l’immagine che le spetta, ossia quella di grande capitale culturale a livello mondiale. I Napoletani sanno bene cosa offre la città, il problema si trova, spesso, nelle esagerazioni mediatiche, molte volte create ad hoc al fine di danneggiare Napoli, poiché parlare di essa crea sempre dibattiti a giovamento di chi poi ci deve mangiare.

Questo discorso, tuttavia, non ha lo scopo di affermare che Partenope è una città perfetta che funziona in modo egregio, anzi, negare problemi evidenti sarebbe solo dannoso, oltre che fazioso. Non bisogna vergognarsi dei problemi, li hanno tutte le grandi metropoli del mondo, anche più consistenti di quelli napoletani, ma è necessario individuarli se si vogliono risolverli. Uno di questi è i cumuli di spazzatura che ogni sera si contano a via Toledo, la grande arteria di Napoli che unisce le due piazze più centrali, affollatissima di turisti costretti, però, quando cala il sole, a districarsi tra i copiosi sacchetti depositati dalle attività commerciali del posto (non sono, quindi, rifiuti domestici lasciate da chi abita lì).

Cumuli enormi di rifiuti, quasi esclusivamente carta e cartone, che invadono il marciapiede in attesa che arrivino gli uomini di ASIA (l’altro giorno vi abbiamo fatto guardare la loro paura relax al bar, coi cassonetti colmi) a toglierli. Un inconveniente che, probabilmente, può essere risolto andando a modificare la modalità di esposizione dei rifiuti stessi, un inconveniente che certamente non fa fare alla città di Napoli e alla sua amministrazione una bella figura davanti ai tanto desiderati ospiti. Chi ha avuto la fortuna di girare qualche grande città, sa bene come pure queste siano sporche, ma non deve essere un alibi. Perché i cittadini napoletani devono rispettare regole rigide, mentre i negozi possono invadere la strada? I viaggiatori del Settecento descrivevano una Napoli pulitissima, proprio grazie a una raccolta differenziata ante litteram: prendiamo esempio dal nostro glorioso passato.

via Toledo 11 Luglio 3

via Toledo 11 Luglio 2

via Toledo 11 Luglio

via Toledo 11 Luglio 7

via Toledo 11 Luglio 6

via Toledo 11 Luglio 5