San Giorgio a Cremano, il binomio giovani e cultura passa attraverso le associazioni

giovani e culturaSan Giorgio a Cremano – “Non abbiamo mai chiesto un supporto economico al Comune o alle istituzioni, ma solo Patrocinio Morale” ci racconta Vania Costa, vicepresidente di Cremano Giovani, associazione sangiorgese che, da circa tre anni, fa della promozione sociale, soprattutto verso le giovanissime generazioni, la sua istanza principale. “L’affluenza dei giovani circa la vita associazionistica è in crescita”: in un sistema in cui l’interazione sociale è circoscritta allo scambio telematico, e, paradossalmente, la dimensione umana assume una faccia solitaria, l’associazione in senso stretto può diventare un fulcro importante per il mantenimento del gruppo e della collettività, fisica.

Entrare nelle scuole, pertanto, è stato uno strumento basilare per la ri-presa del contatto umano e la divulgazione ai giovani: a breve, infatti, verranno eletti i vincitori del concorso “Cremano Giovani incontra il liceo Carlo Urbani”, per il quale, ogni classe, rappresentante di un’ipotetica associazione, ha scritto e presentato un bando per un progetto sociale; i vincitori potranno realizzare e gestire un reale progetto con Cremano Giovani durante l’ anno 2015-16.
Ed è con lo Steampunk che, invece, Artemis, organizzazione culturale del territorio, in collaborazione con Davide Tieri, ha creato visite guidate nelle più antiche ville di San Giorgio a Cremano: i travestimenti steampunk hanno raccontato come sarebbe stato se le ville settecentesche avessero incontrato la meccanica e gli artefatti del futuro.

“L’arte crea assuefazione ed essendo i giovani il nostro futuro, bisogna divulgare per non dimenticare tutti i nostri beni culturali” afferma Veronica Scognamiglio, co-fondatrice di Artemis; un punto d’incontro con lo sguardo dei giovanissimi è stata la Caccia al tesoro Digitale, organizzata nell’ambito dell’evento internazionale Invasioni Digitali. Le ragazze di Artemis nell’occasione hanno fatto conoscere i “luoghi culturali e storici” tramite una ricerca “fisica” delle foto postate, e il conseguente hashtag (#invasionidigitali). I vincitori hanno ricevuto volumi cartacei circa la storia delle ville vesuviane.

La prossimità alle nuove generazioni e l’attaccamento al territorio sono i presupposti per recuperare le relazioni sociali che contano, ossia quelle “vicine”; nell’ambito di Cremano Giovani Festival, una giornata dedicata all’arte e alla cultura, che ha visto più di mille presenze alla scorsa edizione. Gli sponsor ufficiali hanno riguardato esercizi e attività di zona, come la collaborazione con La Cartiera. Cremano giovani, Artemis, ed altre neonate associazioni cittadine creano una rete importante attorno alla cultura e alla riappropriazione degli spazi: iscritte al Forum delle Associazioni di San Giorgio a Cremano, che dovrebbe rappresentare un collante strategico per la vita associativa, si propongono di ricucire, sotto una nuova luce, il rapporto con i giovani e la loro creatività, sviluppando linee guida alternative rispetto alle vecchie istanze associazionistiche.

Potrebbe anche interessarti