Tac svela le segrete abitudini dei calchi di Pompei. Ecco i primi risultati

Calchi di Pompei

Cosa mangiavano i Pompeiani di duemila anni fa, di quali patologie soffrivano e che stile di vita conducevano? Da oggi, è possibile saperlo, grazie alla realizzazione di una Tac multistrato eseguita sui famosi calchi delle vittime dell’eruzione del Vesuvio che, nel 70 d.C., distrusse la città di Pompei.

L’indagine è stata effettuata mediante l’ausilio di una potente apparecchiatura messa a disposizione dalla Philips spa Healthcare in grado di effettuare scansioni volumetriche total body in soli 100 secondi.

I risultati della ricerca hanno messo in luce alcuni sorprendenti aspetti della vita segreta degli abitanti dell’ antica Pompei. Nonostante siano trascorsi oltre 2mila anni infatti, i denti delle vittime si conservano ancora in perfetto stato, sintomo di un’alimentazione sana povera di zuccheri, mentre le profonde scheggiature rilevate sulle arcate dentarie, hanno dimostrato l’impropria abitudine di utilizzare denti e mandibole per spezzare oggetti ed altri materiali.

Altre indagini sono state poi condotte sui calchi di Pompei oramai famosi in tutto il mondo, fornendo ulteriori ed affascinanti informazioni sulle condizioni loro condizioni di vita. I danni riscontrati nelle ossa hanno dimostrano l’eccessiva presenza di fluoro nelle falde acquifere.

Non ci resta che attendere i prossimi risultati, nella speranza che nuovi aspetti della straordinaria civiltà vesuviana vengano finalmente svelati!

Potrebbe anche interessarti