Capri, i faraglioni e lo scoglio del Monacone

Faraglioni

Immortalati in centinaia di cartoline, hanno reso Capri celebre nel mondo. Si tratta dei famosissimi Faraglioni, picchi rocciosi che imponenti prorompono dalle acque a sud-est dell’isola e che per secoli hanno stuzzicato la fantasia di artisti e letterati. Ammirabili in tutta la loro sontuosa maestosità dai Giardini di Augusto, essi vengono distinti l’uno dall’altro in base alle loro rispettive posizioni.

Il primo dei tre picchi rocciosi è il cosiddetto Faraglione di Terra, che trae la propria denominazione dalla particolarità di essere l’unico faraglione ancora unito alla terraferma. Con i suoi 109 metri di altezza è il più alto dei tre. Il secondo picco roccioso è detto Faraglione di Mezzo ed è caratterizzato dalla presenza di una suggestiva galleria naturale, lunga ben sessanta metri, che lo attraversa per intero. Il terzo, invece, di poco più basso del Faraglione di Terra, è denominato Faraglione di Fuori proprio perchè proteso verso il mare.

Lucertola azzurra

Sebbene nei secoli si siano imposti quali simboli indiscussi di una delle isole più amate di sempre, non tutti sanno che in realtà esiste un quarto faraglione, meno noto, denominato Scoglio del Monacone. Pare che esso debba il proprio nome ad una qualche correlazione con la foca monaca mediterranea che popolava le acque circostanti l’isola fino al 1904, anno in cui l’ultimo esemplare di tale popolazione fu ucciso nei pressi di Palazzo a Mare. Si tratta di un isolotto che rappresenta, geologicamente, la prosecuzione della penisola sorrentina e che si estende alla spalle dei tre faraglioni più famosi. Per quanto tozzo e sgraziato rispetto ai suoi tre “compagni”, lo scoglio del monacone sarebbe l’unico ad essere stato abitato come testimoniano i resti di antiche mura di epoca romana considerate, senza un apparente motivo, i resti della tomba di Masgaba, architetto di Augusto. Tuttavia, un teoria diversa vuole che essi rappresentino, invece, i resti di una vasca per salare il pesce o per allevare conigli. Lo Scoglio del Monacone condivide con il Faraglione di Fuori una simpatica caratteristica rappresentando, insieme, l’unico habitat della rara lucertola azzurra, particolarissima sottospecie della lucertola campestre

Fonti: Wikipedia

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più