Napoli. Archivio Sonoro della Canzone Napoletana: primo e unico al mondo

postazioni

Una storia infinita quella dell’Archivio Sonoro della Canzone Napoletana, che è terminata lo scorso marzo quando è stato aperto presso la Casina Pompeiana, nella Villa Comunale di Napoli.

Più di 100.000 contenuti multimediali che ripercorrono la storia della canzone napoletana sono custoditi e fruibili al pubblico. Grazie alla collaborazione tra Rai, Radio Rai e Comune e Regione di Napoli, è nato il primo archivio storico del mondo della canzone napoletana.

La canzone napoletana, conosciuta ed amata in tutto il pianeta, è un’identità, è radicata nella tradizione del popolo napoletano. Il più grande museo virtuale della canzone napoletana che racchiude documenti, libri, spartiti, registrazioni audio e video, testi, immagini e compilation di interpreti di ogni epoca e genere musicale.

Da Enrico Caruso, Roberto Murolo, Sergio Bruni e Renato Carosone, Peppino di Capri, Pino Daniele e Edoardo Bennato, Nino D’Angelo. Inoltre si potranno leggere le classifiche delle canzoni più eseguite e brani rarissimi e gli autori più interpretati. 

La Casina pompeiana è aperta tutti i giorni (lunedì-sabato) dalle 8.00 alle 18.00.

L’archivio della canzone napoletana sarà fruibile attraverso prenotazione per i gruppi organizzati dalle 9.00 alle 12.00. Per i singoli studiosi e interessati anche di pomeriggio attraverso prenotazione.

Mail: casinapompeiana@gmail.com
Telefono: 081. 7954495

Sito internet

surriento

Potrebbe anche interessarti