45.000 euro per gli scavi di Paestum: ecco l’imprenditore famoso che ha finanziato

paestum
Il Parco Archeologico di Paestum avrà un nuovo sponsor per la realizzazione dei progetti futuri, volti a valorizzare ancora di più i beni culturali del nostro territorio. Si tratta del pastificio salernitano Antonio Amato, di cui Giuseppe Di Martino, attualmente, è amministratore delegato; l’accordo è stato siglato il 27 luglio dalle firme delle rispettive realtà: quella di Di Martino, per il brand culinario e quella di Cabriel Zuchtriegel, direttore dell’area archeologica di Paestum.

Il pastificio campano, dunque, metterà a disposizione dei nuovi progetti di scavo 45.000 euro in tre anni, i quali prenderanno la forma di borse di studio, destinate ai giovani archeologi che prenderanno parte agli scavi ad ovest del Tempio di Nettuno, nei quartieri abitativi della città antica.

Il Parco di Paestum è una delle realtà archeologiche più importanti d’Italia, che vede, ogni anno di più aumentare i propri visitatori. Senza dubbio, essa detiene i templi greci che meglio preservano, tra quelli di tutti lo stivale, le condizioni originarie e dal 1998 è Patrimonio dell’Unesco.

Solo nel 2015 il parco ha visto entrare più di 300mila visitatori, i quali sono destinati ad aumentare. Senz’altro, anche il lavoro del nuovo direttore dell’aerea, il tedesco Cabriel Zuchtriegel ha migliorato di gran lunga le cose, mettendo in piedi un sistema innovativo che ha previsto l’abbattimento delle barriere architettoniche e la formulazione di nuovi abbonamenti e programmi di visita diversificati per gli utenti.

Insomma, una collaborazione quella tra Antonio Amato e il Parco Archeologico di Paestum all’insegna dello sviluppo e di una nuova sensibilizzazione verso i beni culturali del nostro territorio. Non si tratta, infatti , solo di investimenti monetari, ma di fiducia verso nuovi progetti di valorizzazione storica, finora forse trascurati.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più