La Reggia di Portici rinascerà: un milione per salvare la dimora borbonica

reggia di Portici

Portici – È stato firmato oggi un contratto che darà il via ai lavori di restauro e rivalutazione della Reggia di Portici. La dimora Borbonica voluta da re Carlo dovrebbe essere, insieme agli immensi giardini, un patrimonio culturale e turistico della nostra terra, quasi al pari della più maestosa Reggia di Caserta, ma a causa dell’incuria e dello scarso interesse delle ultime amministrazioni, viene considerata da sempre al pari di una qualunque villa comunale.

Il progetto che la Città Metropolitana di Napoli, d’intesa con l’Università “Federico II” e la Soprintendenza ai beni artistici e paesaggistici di Napoli sta portando avanti ha come obiettivo quello di rendere l’antica residenza un polo artistico e culturale in grado di attirare visitatori e dare nuova vita alla struttura. Al restauro architettonico si affianca una riscoperta sociale che mira a diffondere la storia di quelle sale dimenticate.

Sul piano tecnico, i primi lavori interesseranno le facciate interne prospettanti la corte centrale della Reggia. Come già avvenuto per simili restauri, si cercherà di tener fede il più possibile all’architettura ed allo stile originari utilizzando fonti storiche come guida nel corso di tutti i lavori. Secondo quanto riporta il Mattino, la Città Metropolitana avrebbe fornito la considerevole somma di 1.089.000 euro per ultimare il progetto entro un anno a partire da oggi.

Potrebbe anche interessarti