Cinema sotto le stelle all’Anfiteatro Campano: biglietti a 5 euro. Il programma

È partita mercoledì 28 giugno, con la proiezione de “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu la kermesse cinematografica ‘Dall’Arena allo Schermo’, curata da Francesco Massarelli e dall’associazione Arthmòs con la direzione artistica di Antonella Rossetti, patrocinata dal Comune di Santa Maria Capua Vetere, dal Polo Museale della Campania e da Arte’m in collaborazione con Radio Zar Zak e Amico Bio.

Le proiezioni proseguiranno ogni mercoledì, alle ore 21, fino al  2 agosto, per trascorrere un’estate all’insegna del cinema sotto le stelle nella fantastica cornice  dell’ Anfiteatro Campano.  L’ingresso costa 5 euro eccezion fatta per il 12 luglio, serata dedicata all’omaggio a Fausto Mesolella con ‘Into Paradiso’ di Paola Randi (ospite la regista), ad ingresso gratuito.

Per info e prenotazioni potete telefonare ai numeri 0823 1831093 oppure 338 2437474. In caso di maltempo le proiezioni saranno rimandate al giorno successivo.

IL PROGRAMMA

28 giugno: La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu. Ospite il regista
5 luglio: My Italy di Bruno Colella. Ospite il regista e l’artista Mark Kostabi, interprete del film.
12 luglio: Omaggio a Fausto Mesolella. Into Paradiso di Paola Randi. Ospite la regista.
19 luglio: La notte che mia madre ammazzò mio padre di Ines Paris
26 luglio: Il cittadino illustre di Gaston Duprat e Mariano Cohn
2 agosto: La meccanica delle ombre di Thomas Kruithof

Francesco Massarelli, curatore della rassegna,  ha rilasciato alla nostra testata alcune riflessioni sulla rassegna:

“Ho pensato a questa rassegna come ad un piccolo Festival, un momento di scoperta e di incontro. Una rassegna estiva deve rivolgersi ad un pubblico estremamente vasto e per questo mi sono messo alla ricerca di opere che sapessero coniugare un buon contenuto artistico con un’elevata capacità di intrattenimento. Credo che i due generi cinematografici che maggiormente riescono a mettere d’accordo vaste platee sono la commedia ed il giallo e sono proprio questi due generi a caratterizzare fortemente il programma della nostra rassegna, talvolta addirittura fondendosi in un’unica opera come nel caso de “La notte che mia madre ammazzò mio padre”.

“Quello che rende il nostro programma più vicino ad un cartellone festivaliero  – continua Massarrelli-   non è solo il carattere prevalentemente inedito delle opere scelte, ma anche la capacità che ciascuna opera ha di declinare temi e generi in essa contenuti attraverso linguaggi nuovi. Troveremo quindi molte opere etichettabili come “commedia”, ma saranno tutte molto diverse tra loro pur essendo accomunate da toni sempre divertenti; lo stesso possiamo dire del film che chiuderà la rassegna “La meccanica delle ombre” che ci offrirà una romantica rivisitazione del genere thriller/giallo.

Anfiteatro Campano

“Gli spettatori non mancheranno di notare un altro comune denominatore che unirà molti dei film in cartellone ovvero la riflessione sul senso dell’arte. Ribadendo il concetto secondo il quale il cinema è l’arte capace di riunire in sé tutte le altre in quasi tutti i film della nostra rassegna troveremo, in maniera più o meno esplicita, elementi che ci ricondurranno al teatro, alla musica, alla letteratura e alle arti figurative nelle loro diverse forme.

“A mettere la ciliegina sulla torta del nostro cartellone, che prevede anche gli incontri con gli autori – sottolinea il curatore della rassegna – il sincero ed affettuoso ricordo di uno dei più grandi artisti della nostra terra, Fausto Mesolella, del quale lasceremo parlare soprattutto il suo lavoro con la meravigliosa colonna sonora di “Into Paradiso” di Paola Randi, autrice con la quale era recentemente impegnato in una nuova collaborazione. La prima serata della rassegna ha presentato una meravigliosa cornice di pubblico che ha pazientemente atteso con gli ombrelli aperti che la pioggia concedesse quella tregua che puntualmente è arrivata con l’inizio della proiezione.

“Le suggestioni dell’Anfiteatro illuminato alle spalle della folta platea hanno regalato uno scenario unico. L’entusiasmo ha accomunato organizzatori e spettatori contenti di aver assistito ad uno splendido film, La stoffa dei sogni, ma al contempo consapevoli che con questa iniziativa l’estate in città acquista un carattere di particolare piacevolezza”.

La locandina dell'evento
La locandina dell’evento

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più