‘O cazzimbocchio, Napoli ne è piena: sapete perché si chiama così?

Napoli è piena di simpatici modi di dire e di espressioni curiose che la rendono ancora più particolare. E’ questa una delle versioni più belle della nostra città e della nostra cultura, perché c’è sempre qualcosa da scoprire. Oggi, ad esempio, vi parliamo del “cazzimbocchio“: avrete sentito spesso questo termine, e Napoli ne è piena, ma sapete di cosa si tratta?

Il cazzimbocchio è un blocchetto di porfido, a forma di piramide tronca, usato per la pavimentazione delle strade e più conosciuto come ‘sampietrino’. Qualcuno ne individua l’origine etimologica nel nome di un ciottolo tedesco di forma semisferica, il ‘katzenkopf ‘ (testa di gatto).

In realtà, il cazzimbocchio, non ha nulla a che vedere con il “katzenkopf“, visto che hanno una forma completamente diversa. La versione “napoletana”, infatti, ha la forma di tronco di piramide con base e vertice quadrati, il che consente ai lastricatori di infiggere tali manufatti su di un letto di sabbia e terriccio, seguendo esattamente l’andamento curvato a botte del piano stradale, facendo accostare i lati delle basi nei cui interstizi vien fatta colare della pece liquida per assicurare tenuta ed impermeabilità alla strada lastricata. Il ciottolo tedesco, invece, è tutt’altra cosa.

Le due versioni, inoltre, non sono comparabili perché, a parte una somiglianza nel suono, tra cazzimbocchio e katzenkopf non sono documentabili specifici passaggi linguistici. La voce originaria fu cazzibocchio, poi a mano a mano trasformatasi per migliorarne la fonetica in cazzimbocchio.

In tutte le forme napoletane è riconoscibile il richiamo osceno, un po’ (anche se in maniera piuttosto forzata) per il riferimento alla forma di un fallo, un po’, soprattutto, perché nel parlato popolare, quando di un oggetto non si conosce il nome, si utilizza genericamente quello di “cazzo“, e potrebbe essere successo lo stesso tra i lastricatori.

Fonti: Blog Raffaele Bracale


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più