Il Ponte Tibetano di Laviano: per 100 metri sospesi nel vuoto

Laviano – Tutti gli amanti di film d’avventura come “Indiana Jones” hanno sognato di attraversare almeno una volta nella vita un ponte strettissimo e traballante sospeso nel vuoto. Il Ponte Tibetano è una costruzione antichissima, generalmente in legno e tenuta in piedi da funi, che univa picchi altissimi ed irraggiungibili altrimenti: motivo per cui nella sua pericolosità ha generato sempre tanto interesse negli amanti delle esperienze estreme e molti incubi in chi soffre di vertigini.

Eppure, un’esperienza tanto “esotica” può essere vissuta in tutta sicurezza in Campania, precisamente in provincia di Salerno. Il Ponte Tibetano di Laviano, ben lungi dall’essere antico come i suoi “fratelli” sparsi nel mondo, è stato inaugurato solo nel 2015. Differisce dagli altri ponti anche per la sua struttura, completamente in metallo e, quindi, per sicurezza e stabilità assolute: nessuna trave cedevole quindi, o corde che si spezzano.

Chiunque, anche il più timoroso, può attraversarlo senza alcuna paura. Certo, il vento lo farà comunque oscillare un po’ ed è consigliabile solo ai più coraggiosi di guardare in basso. Il ponte è lungo cento metri e sovrasta di circa 80 metri un torrente boschivo. Sorge sul massiccio calcareo dei monti Eremita – Marzano, nell’alta valle del Sele, tra i Monti Picentini e il confine con la Basilicata.

La struttura sorge in una zona con diversi Siti di Importanza Comunitaria (in particolare il Sic di Monte Eremita) e la Riserva naturale Monti Eremita – Marzano, area protetta che interessa i comuni di Laviano, Valva e Colliano. Lo stesso ponte è stato eretto per simboleggiare una rinascita. Il terremoto del 1980 rase al suolo l’antico borgo di Laviano e danneggiò parte del grande castello medievale che lo sormontava. L’intera popolazione si trasferì altrove ed i resti del paesino rimasero l’unica testimonianza del passato di Laviano.

Il ponte tibetano conduce proprio a quel borgo fantasma, sospeso tra passato e presente, un incentivo per tanti giovani che con la scusa dell’esperienza avventurosa riscoprono le bellezze dimenticate della loro terra. Inoltre, la struttura essenziale della costruzione riduce al minimo l’impatto sull’ambiente e sul panorama della riserva naturale che lo circonda.

Queste sono tutte le informazioni per raggiungere il comune e visitare ed attraversare il ponte:

Il casello autostradale più vicino a Laviano, distante circa 30 km, è quello di Contursi Terme, sull’Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria.

La stazione delle Ferrovie dello Stato più vicina è Contursi Terme, linea Salerno-Battipaglia-Potenza.

In autobus, da Salerno, con Sita Sud, linea Salerno – Pescopagano.

Il prezzo del biglietto d’ingresso comprensivo di passaggio sul ponte tibetano e di visita al castello è di soli 2 euro.

Per informazioni sugli orari e prenotazioni: Associazione Italia Nostra per Laviano, tel. 338 283 31 80 – 392 525 89 99, castellolaviano.sa@gmail.com

Leggi le caratteristiche principali del Ponte Tibetano di Laviano (pannello a cura del Comune di Laviano)

Leggi le norme comportamentali del Ponte Tibetano di Laviano (pannello a cura del Comune di Laviano)

Potrebbe anche interessarti