Dalle vigne della Reggia di Caserta rinasce il vino bevuto dai Borbone

reggia di caserta parco

Caserta – Sarà la “Tenuta Fontana”, azienda vinicola di Pietrelcina, in provincia di Benevento, paese natale di San Pio, a curare per un periodo di 15 anni il ripristino dell’antica vigna ubicata nel Bosco di San Silvestro, oasi verde facente parte della Reggia di Caserta.

Qualche giorno fa infatti è stata definita la procedura negoziata per l’affidamento in concessione a titolo oneroso della vigna; aggiudicataria della gara è risultata la società del paesino sannita, gestita da due imprenditori giovanissimi, Antonio Fontana di 25 anni e la sorella Maria Pina di 22.

Ci vorranno almeno tre anni perché l’azienda sannita possa rimettere a posto la vigna, riadattandola alla coltivazione del vitigno autoctono del Pallagrello, già noto ai tempi in cui regnavano i Borbone, e produrre il vino con il marchio “Vigna di San Silvestro – Reggia di Caserta”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più