Perché alcuni tramonti hanno colori particolari? La risposta scientifica

Foto: @maryacara, Instagram

Alcuni tramonto ci tolgono semplicemente il fiato. Se il calare del sole regala sempre spettacolo, alcune volte le natura è capace di spingersi oltre donando attimi di bellezza indimenticabili. È stato questo, per esempio, il caso del tramonto del 25 gennaio 2019, quando il cielo di Napoli si è colorato di rosa. Il web si è subito riempito degli scatti napoletani, a testimonianza delle emozioni da essi provate.

Ma perché alcuni tramonti assumono colorazioni particolari? A darci la risposta è National Geographic con un approfondimento del giorno 8 novembre 2013. Stephen Corfidi, metereologo della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), spiega:

“Innanzitutto, va detto che quello che l’occhio umano vede è solo una piccola parte della radiazione elettromagnetica emessa dal Sole. Questa radiazione contiene un ampio spettro di lunghezze d’onda, ma il nostro occhio ne percepisce solo alcune parti, il cosiddetto spettro del visibile. A diverse lunghezze d’onda corrispondono vari colori.

“Quando un raggio di Sole colpisce una molecola nell’atmosfera, si verifica il cosiddetto scattering, o dispersione, che invia alcune delle lunghezze d’onda luminose in diverse direzioni. Ciò accade milioni di volte prima che il raggio arrivi ai nostri occhi al tramonto. E a seconda di ciò che è accaduto alla luce prima di arrivare a noi, alcune di quelle lunghezze d’onda visibili non raggiungono neppure l’occhio. Parti di esse sono assorbite e filtrate in atmosfera.

“Quindi, in realtà, c’è un bel tramonto ogni sera, solo che noi non possiamo sempre vederlo da terra. È tutta una questione di prospettiva.

“Le due molecole principali presenti nell’aria sono ossigeno e azoto, e sono molto più piccole – circa un migliaio di volte rispetto alle lunghezze d’onda della luce solare: ciò significa che in genere si disperdono nelle lunghezze d’onda più corte, quelle del blu e del viola. Di fatto, questa è la ragione per cui di giorno il cielo è blu.

“Al tramonto però la luce percorre molta più strada attraverso l’atmosfera per arrivare al nostro occhio di quanto faccia a mezzogiorno, quando è proprio sopra di noi. E ciò basta a fare la differenza per noi, ovvero gran parte dell’azzurro si è disperso ben prima che la luce ci abbia raggiunto.

Adesso, quindi, torniamo alla questione principale: perché alcuni tramonti, come quello di ieri, sono particolarmente spettacolari? Spesso dipende dal clima e dalle nuvole, in particolare dalla loro inclinazione. Corfini, infatti, spiega:

“Le nuvole possono agire come una sorta di schermo di proiezione per i colori. A seconda dell’inclinazione, se la nube è abbastanza sottile può catturare più luce arancione e rossa e rifletterla fino a noi. Inoltre le tempeste puliscono l’aria eliminando molte delle particelle più grandi”.

Potrebbe anche interessarti