Red Ronnie contro Sanremo e i talent: “Pino Daniele oggi verrebbe scartato”

Red Ronnie, si sa, è uno senza peli sulla lingua quando si parla di musica. Il critico musicale, intervenuto a Mattina 9 su Canale 9 – 7 Gold, si è scagliato sia contro il Festival di Sanremo che contro i talent show.

“Il Festival di Sanremo è una passerella dove si espone la mercanzia. Manca il cuore, soprattutto nel Sanremo di quest’anno. Non è il festival della canzone italiana, ma è uno show televisivo che segue regole di business e di Auditel“.

Il riferimento è abbastanza chiaro, la sua critica è tra l’altro in linea con il pensiero della maggior parte degli italiani, che hanno bocciato questo Sanremo dove a farla da padroni sono la pubblicità e le gag decisamente poco divertenti, che tolgono spazio alla musica e a momenti belli, quali potevano essere il premio alla memoria di Pino Daniele o l’intervento di Pippo Baudo, un uomo che ha fatto la storia del Festival.

La stoccata si fa più dura, però, quando vengono tirati in ballo i talent show:

“Stanno distruggendo la musica in Italia. Stanno creando tanti ragazzi che vanno a scuola da vocal coach che gli insegnano solo a urlare. Se il Pino Daniele giovane e sconosciuto oggi andasse a un talent sarebbe scartato immediatamente, così come Vasco Rossi. Di Jovanotti direbbero che ha la zeppola ed è stonato, sarebbe eliminato. Quando c’è un talent spegnete la tv”.

Non è la prima volta che Red Ronnie usa parole pesanti contro i talent, accusati di formare ragazzi che inseguono il mercato anziché il proprio gusto musicale, denunciando inoltre le ingerenze delle case discografiche in merito alla scelta dei vincitori.

Potrebbe anche interessarti