Ad aprile nessuna domenica gratuita al museo: perché e cosa cambia

Domenica gratuita al museo, stop ad aprile. A seguito dell’entrata in vigore del decreto 12/2019, infatti, sono state modificate le norme per l’istituzione del biglietto d’ingresso ai musei e a tutti i luoghi culturali del Paese. Soltanto alcune domeniche del mese, infatti, saranno gratuite. Le altre giornate, invece, come ha spiegato il Ministro Bonisoli, “saranno a disposizione dei singoli direttori“.

il decreto mantiene parzialmente le precedenti regole, stabilendo che l’ingresso nei musei è gratuito ogni prima domenica del mese nel periodo che va da ottobre a marzo. Negli altri mesi dell’anno ogni struttura potrà decidere le proprie giornate di apertura gratuita, definendole anche solo come fasce orarie. Quindi, per domenica 7 aprile non tutti i musei saranno ad ingresso gratuito.

In realtà, con l’entrata in vigore del decreto non è stato ridotto il numero delle giornate in cui l’ingresso ai musei è gratuito, bensì è aumentato. Ogni anno, infatti, ci sarà un’intera settimana per visitare musei, centri archeologici e altri luoghi di interesse culturale senza pagare il biglietto. Quest’anno, la data è caduta a marzo, da martedì 5 a domenica 10.

Il Mibact, quindi, ha parzialmente “pensionato” le domeniche al museo, e lanciato al contempo una nuova iniziativa: Io vado al museo, che prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare. Ricapitolando, quindi, da ottobre a marzo, ogni prima domenica del mese si conferma l’ingresso gratuito nei luoghi della cultura del Mibac. Queste, sono le domeniche gratuite del 2019:

– 6 gennaio
– 3 febbraio
– 3 marzo
– 6 ottobre
– 3 novembre
– 1 dicembre

Ogni istituto, inoltre, offre altre 8 giornate – o fasce orarie di visita corrispondenti a 8 giornate – ad ingresso libero, definite secondo le esigenze del proprio territorio. Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo al sito ufficiale dell’iniziativa Io vado al museo.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più