La Campania sorride: in arrivo 106 milioni aggiuntivi per il patrimonio culturale

Un miliardo di euro di risorse aggiuntive in 13 anni a disposizione del Mibac. È questa la buona notizia per il patrimonio culturale italiano, che avrà a disposizione una maggiore disponibilità economica per l’edilizia pubblica, la prevenzione del rischio sismico, l’eliminazione delle barriere architettoniche, la riqualificazione e la digitalizzazione.

I fondi vanno ad aggiungersi a quelli già stanziati o che saranno stanziati in futuro. La somma precisa ammonta a 927.189.378 euro, da spendere nel periodo tra il 2021 e il 2033. I fondi saranno suddivisi per capitoli di spesa: 445 milioni per edilizia pubblica, 278 per la prevenzione da rischio sismico, 130 per l’eliminazione delle barriere architettoniche, 46 per gli investimenti di riqualificazione urbane e 28 per la digitalizzazione.

LEGGI ANCHE
Impegno non rispettato: slitta ancora la riapertura di Villa dei Misteri

Gli uffici tecnici hanno già stabilito la ripartizione dei fondi per regione per un totale di 966 interventi. Per quanto riguarda la Campania, siamo di fronte a alla regione che riceverà la fetta più abbondante di risorse dopo il Lazio. Quasi 106 milioni per 78 interventi totali (circa 1 milione e 350mila euro in media a intervento), mentre il Lazio ha ottenuto quasi 178 milioni per 173 interventi (poco più di 1 milione in media a intervento).

Qui la tabella con il numero di interventi e gli importi relativi a ciascuna regione.

Potrebbe anche interessarti