La Campania sorride: in arrivo 106 milioni aggiuntivi per il patrimonio culturale

Un miliardo di euro di risorse aggiuntive in 13 anni a disposizione del Mibac. È questa la buona notizia per il patrimonio culturale italiano, che avrà a disposizione una maggiore disponibilità economica per l’edilizia pubblica, la prevenzione del rischio sismico, l’eliminazione delle barriere architettoniche, la riqualificazione e la digitalizzazione.

I fondi vanno ad aggiungersi a quelli già stanziati o che saranno stanziati in futuro. La somma precisa ammonta a 927.189.378 euro, da spendere nel periodo tra il 2021 e il 2033. I fondi saranno suddivisi per capitoli di spesa: 445 milioni per edilizia pubblica, 278 per la prevenzione da rischio sismico, 130 per l’eliminazione delle barriere architettoniche, 46 per gli investimenti di riqualificazione urbane e 28 per la digitalizzazione.

Gli uffici tecnici hanno già stabilito la ripartizione dei fondi per regione per un totale di 966 interventi. Per quanto riguarda la Campania, siamo di fronte a alla regione che riceverà la fetta più abbondante di risorse dopo il Lazio. Quasi 106 milioni per 78 interventi totali (circa 1 milione e 350mila euro in media a intervento), mentre il Lazio ha ottenuto quasi 178 milioni per 173 interventi (poco più di 1 milione in media a intervento).

Qui la tabella con il numero di interventi e gli importi relativi a ciascuna regione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più