Maggio dei monumenti 2019: aperta al pubblico la biblioteca del Museo Filangieri

Foto pagina facebook Museo Civico Gaetano Filangieri

È aperta al pubblico, già da venerdì 10 maggio 2019, l’antica biblioteca del Museo Filangieri di via Duomo a Napoli, dove, per la prima volta, si possono ammirare le rarissime lettere scambiate tra il filosofo e giurista Gaetano Filangieri e Benjamin Franklin.

Gaetano Filangieri era un illuminista vissuto nella Napoli del ‘700 che però mirò al progresso ed ebbe una fitta corrispondenza con i più grandi filosofi, intellettuali e politici europei ed americani. Filangieri ispirò Benjamin Franklinin merito all’esigenza del “diritto alla ricerca della felicità” come diritto inalienabile di tutti gli uomini, tanto che il principio fu inserito nella Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d’America.

La corrispondenza con Benjamin Franklin è conservata nell’Archivio del Museo Filangieri e sarà visibile nel nuovo percorso di visita.

Inoltre, il nuovo percorso espositivo del Museo Filangieri, prevede l’esposizione di quadri inediti, tra i quali i due dipinti di Grandi che ritraggono Riccardo de Sangro e Argentina Caracciolo, il ritratto di Humboldt, dodici rari acquerelli con ricami e, in omaggio alla famiglia Filangieri, altri dipinti di personaggi legati alla nobile famiglia napoletana.

“Per motivi professionali ma anche di cuore, Napoli ha due grandi pesi: da una parte, la spirituale e ovviamente la massima espressione è San Gennaro, e l’altra è intellettuale e paradossalmente o non paradossalmente questo palazzo  d’arte esprime tutta quella parte intellettuale rappresentata da Vico, da Della Porta, da Torquato Tasso, da Benedetto Croce., da Filangieri, Filangieri Senior e la cosa straordinaria è che diventa il cuore di questo Maggio dei Monumenti con l’esposizione di lettere rarissime ma che stanno a significare anche la forza di questa città, la forza intellettuale di questa città, che ha esportato il pensiero, che ha esportato le azioni e ha esportato anche qualche cosa che appartiene al nuovo mondo, che appartiene al nostro mondo, ed è una cosa secondo me meravigliosa”. Queste le parole del direttore Paolo Iorio.

Gli orari per visitare la biblioteca sono:

Dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 16:30

Sabato e domenica dalle ore 10:00 alle ore 17:30

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più