Ricercatori scoprono creatura marina di 12 metri nel golfo di Napoli

Foto di paolo primiani

I sub dell’associazione sportiva Napoli Dive Inn, pochi giorni fa, si sono trovati davanti ad uno spettacolo straordinario ma, allo stesso tempo inquietante.

Durante la loro immersione si sono imbattuti in una creatura marina gigante, lunga ben 12 metri, che li ha colti di sorpresa in una delle secche dei fondali napoletani.

La creatura sembrerebbe a prima vista una medusa ma la sua forma e la sua struttura sono abbastanza insolite.

Paolo Primiani, che ha scattato le foto durante l’avvistamento racconta come riportate dal corriere del mezzogiorno: «In una delle tante uscite in mare ci imbattiamo in una colonia di polipi, migliaia, legati da un filo gelatinoso in una catena lunga più di 12 metri. Io e il mio amico Ciro della Eurosub ci accingiamo a fotografare questa creatura e ne restiamo incantati per più di 30 minuti ammirando le sue evoluzioni a spirale. Poi è ora di lasciarla e tornare in superficie. Ci documentiamo e con l’aiuto di biologi marini abbiamo identificato la specie: una colonia immensa di “Apolemia Uvaria”, appartengono all’ordine dei “Siphonophores”, un idrozoo simile ad una medusa, nel nostro caso di dimensioni eccezionali».

L’esperto prosegue: «L’Apolemia Uvaria  è un organismo molto delicato, vive in acque libere ed è trasportata dalla corrente. I legami tra i polipi sono estremamente sottili quindi la presenza di reti ne compromette la integrità. Abbiamo meravigliose creature nel nostro mare e dobbiamo fare il possibile per preservarle».

Parole giuste che, ancora una volta, devono spingerci a riflettere sull’importanza di non inquinare le acque del mare.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più