Carnevale di Montesanto: laboratori e creatività per una sfilata in maschera

Il Carnevale è alle porte e tante sono le feste organizzate in tutta la Campania.
Il centro storico di Napoli si animerà di maschere, coriandoli e sfilate.
Con una lunga tradizione alle spalle, siamo giunti alla 12° edizione del Carnevale di Montesanto. Quest’anno si è scelto il tema: ‘O bbuono e ‘o malamente.

Il pomeriggio del 25 febbraio, martedì grasso, ti terrà la parata in maschera che colorerà il Centro Storico di Napoli.
Si partirà dal Parco Sociale dei Ventaglieri a Montesanto per sfilare lungo le strade del quartiere e del Centro, fino ad arrivare a Piazza del Gesù dove ci sarà un confluire di colori da diverse direzioni.

E infatti, proprio nella grande piazza partenopea, si incontreranno il Carnevale di M0ntesanto, quello del del Centro Storico e dei Quartieri Spagnoli. Nella piazza ci sarà una gran festa con musiche e danze che si concluderà con il grande falò finale.

Ma questa sfilata gioiosa e colorata non è solo divertimento, ma anche aggregazione, confronto e cooperazione. Quindi facciamo un passo indietro e andiamo a capire come si arriva a questa festa.
I mesi che precedono la sfilata sono un laboratorio dove si costruiscono rapporti umani.

I vicoletti di questo quartiere storico vedono la partecipazione di grandi e piccoli, appartenenti a diverse estrazioni sociali. Il messaggio che si porta dietro questo evento è che il collante che lega è, e deve sempre essere, l’umano.
A Montesanto, a partire dalla fine di gennaio 2020, ogni sabato a piazzetta Olivella dalle ore 11.00 alle ore 5.00, ci si raduna per creare maschere e carri che sfileranno martedì 25 febbraio 2020.

Il filo rosso di questo evento è, come già scritto, la distinzione tra il “bbuono” il “malamente”. Dunque, in una società che molto spesso fa convergere bene e male, senza più capirne il confine, si ritorna a fare il punto sulla questione.
Durante i laboratori si rifletterà proprio su questo punto e i bambini verranno chiamati a esprimersi al riguardo utilizzando toni leggeri ma non superficiali.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare la Pagina Facebook dell’evento

Potrebbe anche interessarti