Procida capitale della cultura, il viaggio delle barchette di carta per sostenere la candidatura

viaggio barchette carta procida

Per sostenere Procida nella candidatura a capitale italiana della cultura 2022 è stato dato vita ad un viaggio di barchette di carta che hanno toccato diverse terre: Favignana, Lampedusa, Ischia, Ventotene, ma anche la Grecia e infine Procida. Il viaggio delle barchette di carta ha preso vita dalle mani di bambini con lo slogan ‘La cultura non isola’.

Le barchette sono state realizzate con carta riciclata dagli studenti dell’isola di Procida e di altre realtà simili. A sostenere l’iniziativa anche l’associazione Oceanus che trasformerà Procida nella prima isola italiana senza buste di plastica. Un’iniziativa lodevole che mette in mostra la voglia di salvaguardare l’ambiente attraverso dei piccoli gesti.

Tra questi c’è anche la realizzazione di barchette biodegradabile sulle quali erano scritti diversi messaggi per la sostenibilità ambientale, ma anche per l’accoglienza di chi è diverso oltre che della cultura marinara dell’isola. Messaggi forti e chiari per sostenere la candidatura dell’isola di Procida a capitale italiana della cultura 2022.

La scelta avverrà da parte del Mibact a gennaio, quando verrà scelta la capitale italiana della cultura 2022 tra le dieci finaliste. A commentare il viaggio delle barchette di carta anche Agostino Riitano, direttore della candidatura di Procida: “Le piccole barche di carta varate in questa bellissima mattinata sintetizzano con leggerezza il nostro progetto che si inscrive in una strategia di ampio orizzonte che guarda da una piccola comunità al mondo, all’Europa al Mezzogiorno ed è volto ad avviare una prestigiosa opportunità di partenariato istituzionale pubblico-privato, creando sinergie per incrementare lo sviluppo socio-culturale delle nostre comunità e dando vita ad un evento corale che intende mettere insieme le diverse anime dell’isola, l’isola e le altre tantissime isole italiane, l’isola e la terraferma”.

Procida è la prima isola ad essersi candidata come capitale italiana della cultura, così come sottolineato dal sindaco Dino Ambrosino: “E’ la prima volta che un’isola si candida a Capitale italiana della cultura e Procida è orgogliosa di concorrere con il suo straordinario bagaglio di esperienze, riti, tradizioni e bellezze, ma soprattutto con un programma articolato, messo a punto in questi mesi grazie al contributo di tutti in una straordinaria esperienza di progettazione partecipata”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più