Covid, dopo due mesi riapre la Reggia di Caserta: i nuovi orari

reggia di caserta buvette

La Reggia di Caserta è pronta a riaccogliere i visitatori in sicurezza. Con il nuovo dpcm i musei potranno riaprire in zona gialla, dando un po’ di respiro alla cultura del nostro paese, per troppo tempo ignorata. Come tanti altri luoghi d’interesse campani, Il Complesso vanvitelliano riapre con grande gioia le sue porte, dopo oltre due mesi, lunedì 18 gennaio.

Come da disposizioni giunte ieri sera della Direzione Generale Musei del MiBACT, la Reggia di Caserta, fatto salvo cambiamenti dell’ultima ora dovuti a problematiche emergenziali, tornerà ad accogliere il pubblico a partire dalla prossima settimana. Come disposto dal Ministero, i luoghi della cultura statali saranno aperti dal lunedì al venerdì negli orari ordinari, mentre resteranno chiusi sabato e domenica per restrizioni legate allo stato di emergenza.

Per la Reggia di Caserta nell’immediato si conferma, inoltre, la chiusura settimanale il martedì. La Direzione del Complesso vanvitelliano ha avviato i necessari processi interni ed esterni per poter assicurare l’apertura continuata nei giorni feriali a favore del pubblico fidelizzato.

In questa prima fase, dunque, gli Appartamenti Reali, il Parco Reale e il Giardino Inglese si dischiuderanno soprattutto a favore del pubblico di prossimità. Nella consapevolezza della grave privazione patita in questi mesi dagli abitanti del territorio, la Reggia di Caserta è lieta di poter tornare nel loro quotidiano, per condividere il benessere e la grazia che il suo patrimonio è in grado di infondere.

L’istituto museale, che ha sempre considerato prioritaria la tutela della salute del personale e dei visitatori, ha predisposto una serie di misure volte a garantire un’esperienza di visita serena e in sicurezza. L’assoluta incertezza, anche negli ultimi giorni, rispetto alle disposizioni relative ai musei e il costante evolversi della situazione pone tutti di fronte a nuovi importanti sfide che la Reggia di Caserta sta affrontando con scrupolo e rigore, soprattutto in relazione al personale e ai servizi al pubblico.

Gli uffici e il personale tutto sono al lavoro per garantire il massimo dell’efficienza e il rispetto di tutte le misure anti Covid. Pertanto, il Complesso comunicherà nei prossimi giorni tutti i dettagli sulla prenotazione obbligatoria e sull’acquisto dei biglietti, che avverranno con la collaborazione del concessionario Opera Laboratori Fiorentini tramite piattaforma TicketOne, e sulle disposizioni di sicurezza.

La Reggia di Caserta, in ogni caso, fa appello al senso di responsabilità e al rispetto delle regole da parte del pubblico, affinché ciascuno contribuisca alla salvaguardia della salute di tutti. “Questi splendidi luoghi hanno atteso per mesi di poter accogliere i loro pubblici e di tornare a incantare, ispirare, dilettare i visitatori“, si legge in una nota del Complesso Vanvitelliano.

Il comportamento di ognuno dovrà essere rispettoso del grande lavoro svolto dietro le quinte per custodire, restaurare e mantenere gli spazi del Complesso Vanvitelliano, ma soprattutto dovrà tenere nella debita considerazione il sacrificio fatto da tutti fino a questo momento per poter continuare, senza altre chiusure forzate, a godere del patri​monio storico, artistico, culturale e vegetale della Reggia di Caserta”.

Potrebbe anche interessarti