Napoli, protesta delle guide turistiche davanti al MANN: vogliamo lavorare

mann maradonaLe guide turistiche della Campania, stamattina 23 gennaio 2021, sono scese in piazza per una protesta svoltasi davanti all’ingresso del MANN, simbolo della cultura di Napoli.

I lavoratori del settore chiedono, a gran voce, di essere ascoltati e tenuti in considerazione visto l’anno pandemico in cui il lavoro svolto è stato quasi pari a zero. Anche le recenti riaperture dei musei e luoghi d’ arte, infatti, non sono sufficienti a risollevare un’economia ormai ferma e che taglia fuori i fine settimana e la possibilità a guide ed accompagnatori turistici di lavorare.

A parlare alla stampa, in quanto rappresentate della categoria, è Maria Caiazzo di Uiltucs Campania:

Solo 6090 di noi hanno beneficiato del ristoro di 7 mila euro del Ministero per i Beni culturali, Il 75% della categoria ne è rimasto escluso. La somma, già insufficiente, è stata raggiunta solo perché in tanti non hanno potuto beneficiarne per mancanza dei requisiti richiesti. Diversamente sarebbe stata anche inferiore”, dichiara all’Ansa Maria Caiazzo.

I ristori predisposti dal MIbact, infatti, sono stati destinati solo ai liberi professionisti titolari di partita IVA iscritti alla Camera di Commercio, e ai titolari di partita IVA iscritti alla gestione separata INPS, escludendo tutte le altre categorie quali: società di guide turistiche, cooperative, associazioni professionali e culturali, i lavoratori stagionali ed i prestatori d’opera occasionali.

Karim Benassib, altro esponenete di Uilttucsm ha aggiunto: “È evidente che siamo lavoratori del settore turistico e che gli stagionali tra noi sono numerosi. Il ministero ha speso 460 mila euro per le divise dei custodi del Colosseo, che è chiuso mentre discrimina i lavoratori del turismo”.

I bonus arrivati per le guide turistiche in Campania, difatti, sarebbero pochi e mal distribuiti a fronte di lavori completamente assenti da marzo 2020 e che hanno visto un piccolo spiraglio di luce solo questa estate, con la ripresa quasi normale di tutte le attività.

Potrebbe anche interessarti