Il Mann apre gratis il Giardino della Vannella con lo splendido Ipogeo di Caivano

Giardino della Vannella
Giardino della Vannella. Foto di Giorgio Albano (laboratorio fotografico del MANN)

Napoli Il Museo Archeologico si espande ed ingloba, per i prossimi tre anni, alcuni locali della Galleria Principe nell’ambito di un piano per la valorizzazione di una struttura che non è mai riuscita a diventare quel centro pulsante che – nelle intenzioni originarie – doveva essere. La collaborazione con il Mann, insieme ad altre già intraprese con diverse realtà, potrebbe quindi rilanciare la Galleria Principe: al suo interno saranno ospitati laboratori urbani di arte, musica, artigianato, lettura e di didattica a beneficio della città tutta.

“Il Mann avrà un ruolo di coordinamento –  afferma il Direttore del Museo, Paolo Giulierini – tra tutte le realtà culturali del quartiere, promuovendo eventi, presentazioni di libri, attività di valorizzazione dell’artigianato locale e della ricerca. In prospettiva, pensiamo ad un modello Montmartre, riferimento per cittadini e turisti”.

Tra le diverse attività: infopoint; laboratori didattici incentrati sul patrimonio del centro storico; laboratori d’arte (in rete con l’Accademia di Belle Arti) ed Atelier per artisti contemporanei con la possibilità di esporre le proprie opere; laboratori musicali, in collaborazione con il Conservatorio San Pietro a Majella; laboratori artigianali, per promuovere le tradizioni locali, con particolare riferimento all’arte del presepio; laboratori di lettura, da organizzare con librerie storiche e piccole case editrici; Centro di documentazione, che rifletterà l’impegno dell’azione coordinata con l’Ateneo Federiciano per aggiornare la piattaforma di quartiere e favorire l’incontro tra soggetti culturali; percorsi didattici nell’ambito dell’iniziativa MANN in Campus.

Il Mann apre il Giardino della Vannella

A giugno, inoltre, dovrebbero giungere a completamento i lavori in corso nel Gardino della Vannella del Museo che insieme all’atrio, alla caffetteria e all’auditorium sarà aperto gratuitamente agli ospiti, diventando così uno spazio di incontro e di vera e propria vita sociale. Nel Giardino della Vannella sarà visitabile lo splendido Ipogeo di Caivano, monumento funerario, un gioiello di epoca romana semi sconosciuto ma che finalmente potrà essere apprezzato.

Continua il viaggio del nostro Direttore (fotografo 😉 😉 😉): ecco a voi alcuni suggestivi scatti, che rappresentano una…

Pubblicato da Museo Archeologico di Napoli su Mercoledì 11 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti