Meraviglia alla Reggia di Caserta: scoperta statua di Sanmartino, scultore del Cristo Velato

statua carlo tito borboneUn’opera di Giuseppe Sanmartino è stata riscoperta nei depositi della Reggia di Caserta. Si tratta della scultura realizzata dallo stesso autore del Cristo Velato del neonato Carlo Tito, primogenito di re Ferdinando I di Borbone delle Due Sicilie e Maria Carolina d’Austria, che morì in tenera età a causa del vaiolo. Proprio quella tragedia spinse il sovrano a incentivare le ricerche per il vaccino, un’attività che portò alla nascita degli Stabilimenti Vaccinici e alla prima grande campagna vaccinale della storia.

cristo velatoL’opera d’arte è stata presentata questa mattina in conferenza stampa presso la reggia borbonica. Durante i lavori per il riallestimento degli appartamenti reali – comunicano dal complesso vanvitelliano – è stata rinvenuta “una piccola scultura raffigurante un bambino dormiente, eseguita in una pietra tenera dalle venature rosate. La bellezza struggente dell’opera, testimonianza di una fattura di alto pregio artistico, ha indotto il Direttore Tiziana Maffei a chiedere alla struttura interna di approfondirne la conoscenza e di individuare il possibile autore, certamente tra i maggiori rappresentanti della scultura napoletana del Settecento”.

statua carlo tito borbone“Le cronache settecentesche raccontano che, nel 1775, alla nascita del primogenito maschio di Ferdinando IV di Borbone e di Maria Carolina d’Austria, la regina, per la grazia ricevuta, volle far realizzare un ritratto a grandezza naturale del neonato Principe ereditario – il Real Infante Carlo Tito – che avrebbe dovuto assicurare la continuità dinastica dei Borbone sul trono di Napoli. Carlo Tito, poi, morì prematuramente, prima di aver compiuto quattro anni, a causa del vaiolo”.


Il ritratto commissionato da Maria Carolina doveva essere tradotto in argento per essere donato, come ex voto, all’antico convento napoletano di San Francesco di Paola, santo al quale la regina era particolarmente devota. Data l’importanza della commissione, Maria Carolina volle che il ritratto fosse eseguito dal primo scultore del Regno, Giuseppe Sanmartino, divenuto artista di gran fama dopo aver realizzato il Cristo Velato per la Cappella napoletana di Raimondo de Sangro, Principe di Sansevero. I precedenti studi su Sanmartino, pur registrandone l’esistenza, consideravano ormai perduto questo modello”.

statua carlo tito borboneIl ritratto del Real Infante Carlo Tito di Borbone sarà per un giorno esposto nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta, il 3 ottobre, in occasione della Giornata nazionale degli Amici dei Musei. Durante il periodo natalizio sarà nuovamente esposta in una mostra apposita.

Potrebbe anche interessarti