Orgoglio partenopeo: l’Archivio Storico della Fondazione Banco di Napoli è candidato a diventare Patrimonio Unesco

Facebook Archivio Storico del Banco di Napoli

L’Archivio Storico della Fondazione Banco di Napoli è candidato a diventare Patrimonio Unesco. Si tratta di una delle più imponenti raccolte archivistiche di documentazione bancaria esistente al mondo, con documenti e contenuti rilevanti per la storia economica, sociale ed artistica dell’intero Mezzogiorno.

Archivio Storico della Fondazione Banco di Napoli candidato a diventare Patrimonio Unesco

A comunicare la candidatura è stata la stessa Fondazione: “Oggi abbiamo annunciato che gli antichi banchi pubblici napoletani sono candidati a diventare Patrimonio Unesco. La proposta di iscrizione al Registro della Memoria del Mondo è stata trasmessa dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco al Segretariato del Programma della Memoria del Mondo a Parigi. Ora è il momento di fare squadra per raggiungere questo importante traguardo”.

La proposta è stata promossa dalla Fondazione Banco di Napoli e sostenuta dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania del Ministero della Cultura. Di qui la soddisfazione del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, che ha commentato: “La candidatura degli antichi banchi pubblici napoletani a diventare Patrimonio Unesco rappresenta una straordinaria notizia per la nostra città, il Mezzogiorno e l’Italia intera”.

“L’archivio storico della Fondazione Banco di Napoli costituisce una impareggiabile fonte di conoscenza finalizzata a mantenere sempre viva la memoria delle sue storiche istituzioni, una missione pienamente condivisa da questa amministrazione. Come Comune di Napoli ci adopereremo affinché tale candidatura possa essere valorizzata in tutte le sedi competenti per rendere sempre più Napoli una capitale europea come la sua storia merita” – ha concluso.

Soltanto nel 2017 ilCartastorie, museo multimediale dell’Archivio Storico che accoglie più di un miliardo di documenti in grado di ricostruire la storia di Napoli, si è collocato tra i vincitori degli Europa Awards, tra le massime onorificenze europee nel campo dei beni culturali e monumentali.

Potrebbe anche interessarti