Nuova area archeologica a Santa Maria Capua Vetere: cosa e quando vederla gratis

Area Archeologica Santa Maria Capua VetereUn bagno di folla giovedì mattina all‘inaugurazione del supermercato LIDL in via Galatina a Santa Maria Capua Vetere. E tanti curiosi all’apertura della nuova area archeologica adiacente alla catena commerciale. Presenti il sindaco Antonio Mirra, la dottoressa Antonella Tomeo della Soprintendenza e l’assessora al turismo e cultura Annamaria Ferriero.

AREA ARCHEOLOGICA: LE PAROLE DELLA TOMEO

“E’ stata importantissima ai fini della valorizzazione – ha dichiarato la funzionaria della Soprintendenza Tomeo – la sinergia tra pubblico, appunto la Soprintendenza, e il privato: è stata sì realizzata l’opera finalizzata all’apertura di un’attività commerciale ma, al tempo stesso, abbiamo consegnato alla città un’importante porzione di storia e di archeologia. Adesso c’è la necessità di continuare un’attività comune che dovrà vedere come protagonisti, oltre alle Istituzioni, soprattutto i cittadini che, attraverso la cura di tale prezioso sito, potranno riappropriarsi di questo straordinario patrimonio”.

Area-archeologica-cartello-informativoAREA ARCHEOLOGICA ORARI, GIORNI DI VISITA E COSA VEDERE

L’area sarà aperta al pubblico sette giorni su sette dalle ore 8 alle 22 con ingresso libero ed indipendente rispetto a quello del supermercato. I resti archeologici rinvenuti in via Galatina nel terreno dove è stato costruito il supermercato sono pertinenti ad una strada databile al III-II secolo a.C. e ad un mausoleo di epoca posteriore. Il monumento funerario è andato quasi del tutto distrutto, probabilmente crollato a causa di un forte terremoto avvenuto in epoca bizantina. Oggi di quel mausoleo rimane solamente la traccia della planimetria nel terreno. La strada antica rinvenuta, secondo alcuni, potrebbe essere una via che conduceva al non lontano Santuario di Diana Tifatina, oggi ricalcato dalla Basilica benedettina di Sant’Angelo in Formis. Inoltre nella zona dove è sorto il supermercato in epoca romana si sviluppò una necropoli situata nella parte settentrionale dell’Antica Capua. Qui fu rinvenuta una sepoltura straordinaria, la cosiddetta “Tomba di Stallia”. Essa, ritrovata in un’area poco distante dal terreno in questione, è caratterizzata da una camera dipinta ed è uno dei pochi esempi di pittura funeraria della tarda età repubblicana.

Area-archeologica-cartello-informativo 2

Potrebbe anche interessarti