La Madonna dei mandarini, patrona dei mariuoli: la leggenda napoletana

Madonna dei mandarini
Madonna dei mandarini

Madonna dei mandarini. La leggenda napoletana fu citata da Padre Awi Mello in “È mia madre – Incontri con Maria”, libro-intervista con il Papa. Francesco racconta come buon esempio questa leggendaria devozione alla Madonna non come protettrice dei malfattori ma che apre le porte del Paradiso a queste persone.

Madonna dei mandarini: la leggenda in una poesia napoletana

Non si sa se venne prima la leggenda o una poesia ad essa dedicata, scritta dal napoletano Ferdinando Russo (Napoli, 25 Novembre 1886 – 30 Gennaio 1927) agli inizi del XX secolo. Si chiama “‘a maronna ‘e mandarini” (la madonna dei mandarini).

‘A Madonna d’ ‘e mandarine
Quanno ncielo n’angiulillo
nun fa chello c’ha da fà,
‘o Signore int’a na cella
scura scura ‘o fa nzerrà.

Po’ se vota a n’ato e dice:
– Fa venì San Pietro ccà!
E San Pietro cumparisce:
– Neh, Signò, che nuvità?

– Dint’ ‘a cella scura scura
n’angiulillo sta nzerrato:
miettammillo a pane e acqua
pecche ha fatto nu peccato!

E San Pietro acala ‘a capa
e risponne: – Sissignore!
Dice Dio: – Ma statt’attiento
ch’ha da stà vintiquatt’ore!

L ‘angiulillo, da llà dinto,
fa sentì tanta lamiente….
– Meh, Signò, dice San Pietro,
pè sta vota… nun fa niente.

– Nonzignore! Accussì voglio!
Statte zitto! Dice Dio;
si no ognuno se ne piglia!
‘N Paraviso cumann ‘io!

E San Pietro avota ‘e spalle.
Da la cella scura scura
l’angiulillo chiagne e sbatte,
dice ‘e metterse paura!

Ma ‘a Madonna, quanno ognuno
sta durmenno a suonne chine,
annascuso ‘e tuttequante
va e lle porta ‘e mandarine.

Il significato

Nella poesia si racconta che in Paradiso c’era un angioletto che non si era comportato bene. Il Signore ordina a San Pietro di punirlo chiudendolo in una cella, lasciandolo a pane ed acqua. San Pietro cerca di far ragionare Dio, il quale non vuole sentire ragioni. In piena notte, però, la Madonna va a trovare l’angelo e gli porta dei mandarini.

La madonna dei mandarini, secondo una leggenda conosciuta in tutto il sud e che risalirebbe addirittura al Medioevo, è la patrona dei mariuoli, dei ladri. Quando i malfattori muoiono, facendo la fila per entrare ed arrivare dinnanzi a San Pietro, la madonna li fa nascondere e quando San Pietro chiude le porte, la Madonna dei mandarini li fa entrare di nascosto.


La madonna della leggenda però non è una protettrice dei malavitosi, ma incarna uno spirito materno che perdona anche chi ha sbagliato, se però si è pentito. E quindi anche chi ha peccato è meritevole di mangiare i mandarini. “È una leggenda molto conosciuta – disse il Papa a Mello – proprio elementare, ma vi è un qualcosa dell’intercessione mariana, cioè “non toccare mio figlio”. Anche questo figlio è mio“.

Potrebbe anche interessarti