Eclissi ed Equinozio di primavera tra miti e leggende

eclissi-sole_784x0

L‘eclissi di sole verificatasi quest’anno è capitata in coincidenza con l’equinozio di primavera. Due fenomeni che hanno da sempre affascinato società e popolazioni (soprattutto del passato) perché considerati momenti idonei per effettuare riti di preghiera alle divinità.

Assiri e Babilonesi invece vedevano l’allineamento dei 3 astri come un segnale per iniziare una battaglia o una guerra, a differenza dei Celti che si riunivano non per combattere ma per prendere decisioni fondamentali per il loro popolo.

Tuttavia questi particolari fenomeni astronomici non sono sempre stati visti come fenomeni beneauguranti, anzi in Oriente in particolare, veniva visto come un “enorme drago che vuole ingoiare il sole” e come un segno di allarme per gli arcieri dell’Imperatore che dovevano prepararsi a combatterlo.

Nel 1780 il professore di Harvard Samuel Williams invece riuscì ad ottenere un lasciapassare dagli inglesi per varcare i confini nemici durante la guerra d’Indipendenza americana, per poter osservare l’eclissi totale che si sarebbe verificata in quell’anno, fermando così la guerra grazie alla luna!

Ancora oggi il fenomeno dell’eclissi, nonostante le spiegazioni scientifiche, scatena dubbi e paure. L’ultimo episodio si è verificato in Cina, nel 2009, e per questo il sindaco della città di Chongqin vietò l’uso dei telefonini durante l’oscuramento del Sole, proprio per evitare scene di panico durante l’eclissi prevista in quel giorno.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più