‘E puparuoli a grattè, buoni comme ‘e ffa mammà

puparuoli

Molte volte tra mamme si discute di quanto sia difficile far mangiare ai propri figli i contorni, un argomento che di sicuro non tocca neanche lontanamente le mamme partenopee. I figli del Sud amano i contorni, sono la parte bella di un pranzo o una cena, provate a pensare ad un panino, meglio conosciuto come ‘a marenna, farcito con delle belle fette di prosciutto crudo e un paio di forchettate di broccoli, o con provola e peperoni, insomma accostamenti di sapori raccomandabili ai migliori intenditori di buona cucina e non tanto per il connubio consigliato, quanto per il modo impeccabile con cui viene preparato un contorno.

I napoletani ai fornelli, sono veri e propri artisti, non cucinano compongono meraviglie e ad avvalorare questa tesi ci sono diverse ricette del Sud, basti pensare alle polpette, al ragù, alla genovese e così via, tutte ricette che solo a nominarle fanno leccare i baffi.  La ricetta che vogliamo proporvi oggi è facile, veloce e perché no anche economica, si tratta dei peperoni al gratin alla napoletana comunemente detti a grattè, saporiti, sublimi e resi speciali da una lieve croccantezza dovuta allo strato di pane grattugiato da cui vengono ricoperti.
Un contorno da accostare a carne o formaggi, o anche molto più semplicemente da utilizzare per riempire in modo alternativo ‘o famoso cuzzetiello ‘e pane, ancora di salvataggio nei momenti di fame improvvisa.

Cosa occorre per preparare dei deliziosi peperoni al gratin? Ecco i nostri suggerimenti.

-Ingredienti:

  • Peperoni
  • Aglio
  • Olive nere di Gaeta
  • Capperi
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Pane grattugiato

-Procedimento:

Come è ben noto a molte persone, i peperoni pur essendo estremamente buoni, sono purtroppo molto spesso indigesti. Per rimediare a questo piccolo ma fastidioso problema, si procede ad arrostire i peperoni in forno a 250 gradi per circa 30 minuti rigirandoli di tanto in tanto, sulla griglia posizionata al ripiano medio (avendo cura di posizionare sul ripiano inferiore una teglia ripiena d’acqua) oppure su una piastra di ghisa.

Una volta arrostisti, lasciar raffreddare e poi privare i peperoni della pelle, dei semi, del picciolo e in ultimo di tutti i vari filamenti, e poi tagliarli a listarelle non troppo sottili.

-Cottura in padella:

In una padella, soffriggere 2 spicchi d’aglio, e una volta che questo risulta imbiondito, aggiungere i peperoni, le olive nere, i capperi, aggiustare di sale e far cuocere per circa 10 minuti per far insaporire il tutto.

Trascorso il tempo della prima cottura, spolverare tutti i peperoni con il pane grattugiato e lasciar cuocere ancora un paio di minuti prima di portare in tavola.

-Cottura in forno:

Se preferite, questa ricetta si presta anche ad una semplice cottura in forno, basterà , tenendo costantemente sotto controllo la cottura, affinché lo strato di pane grattugiato diventi croccante ma non si bruci.

Una volta trascorso il tempo necessario, i peperoni sono finalmente pronti per essere portati in tavola e deliziare i palati dei commensali presenti.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più