Loading...

‘O cuoppo napulitano: verdure fritte croccanti e deliziose

cuoppo

Mangiare bene a Napoli non è certo una novità, molte persone quando parlano ad esempio della pizza napoletana, dicono che anche la peggiore sia degna di nota positiva, un modo di pensare questo che chiarisce sicuramente la posizione privilegiata che la città partenopea ha nei confronti della buona tavola.

Parliamo di ragù, di pasta alla genovese, di pizze imbottite e dolci prelibati, ma non solo, perché se Napoli è la patria dei palati felici, il merito va anche a quello che oggi amiamo definire “street food”, il cibo di strada mordi e fuggi che accontenta sfizi e voglie in qualunque momento e in ogni angolo di strada.

Lo street food per eccellenza, nonostante regni suprema la famosa pizza a portafoglio, è fatto di cuoppi, meravigliosi fogli di carta arrotolati in forma conica, che accolgono fritti di ogni forma e genere. Ogni cuoppo ha la sua particolarità, c’è quello solo di crocchè, quello di pesce, addirittura quello dolce, ma oggi noi vogliamo dare visibilità a quello con il classico fritto napoletano, fatto non solo di pasta cresciuta, panzarotti e palle ‘e riso, ma anche e soprattutto di verdure pastellate, croccanti e deliziose.

Queste croccantissime verdurine fritte, rappresentano ormai lo sfizio e in alcuni casi l’antipasto per eccellenza, che si tratti di  una friggitoria all’angolo di strada o di un ristorante di alta classe, il fritto pastellato non può mancare. Ma voi sapete come si prepara? Ci sono varie tecniche e diversi modi di preparare anche questa semplice ricetta, ecco le modalità che vi proponiamo noi.

-Ingredienti:

  • 200 g di farina 00
  • 85 ml (circa) di acqua frizzante fredda
  • 85 ml di birra fredda
  • 1 pizzico di sale
  • 2 melanzane lunghe
  • 2 zucchine grandi
  • 2 peperoni rossi
  • 3 carciofi
  • 1 cavolo medio
  • Olio di semi q.b.

-Procedimento:

In una ciotola, preferibilmente di acciaio o vetro in modo che mantenga la temperatura, posizionare la farina a fontana e con l’acqua gassata fredda iniziare a mescolare con l’aiuto di una forchetta.

Sempre lavorando, aggiungere lentamente al composto la birra facendo attenzione a non formare grumi e poi in ultimo, un pizzico di sale. Lasciar riposare per 15-20 minuti e intanto dedicarsi alle verdure.

Lavare le zucchine, i peperoni e le melanzane e poi tagliarle a listarelle, pulire il cavolo privandolo delle foglie, lavarlo e ridurlo in cime più piccole e poi fare la stessa cosa con i carciofi, dopo averli puliti dividerli a spicchi.

Riempire una pentola dai bordi alti, con abbondante olio e farlo riscaldare fino a diventare bollente. Una vola lavate le verdure, farle colare bene d’acqua e passarle nella pastella preparata in precedenza, e una volta che l’olio sarà pronto, procedere con la frittura.

Far cuocere le verdure il tempo necessario fino a quando la pastella risulterà bionda, facendo attenzione a non farle bruciare. Scolare il tutto su carta da cucina assorbente e servire ancora caldo. Il fritto napoletano è finalmente pronto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più