Lacerto glassato, ‘o piezzo ‘e carne cu ‘o sugo â genovese

lacerto glassato
Foto dal portale cookaround.com

Molto spesso, quando si parla di cucina napoletana, si fa erroneamente riferimento solo ad una determinata categoria di ricette che per la maggior parte dei casi, rappresentano primi piatti o sfiziose leccornie. In effetti è molto raro che si parli di secondi come ad esempio la carne alla pizzaiola, coniglio all’ischitana e così via, e questo non perché non siano conosciuti come piatti, ma semplicemente perché quasi sempre, gli italiani popolo di “pastaioli”, pongono più attenzione sui piatti che più comunemente rappresentano la città partenopea.

Oggi però, proprio per sfatare questo mito, vogliamo proporvi la ricetta del lacerto glassato. Si tratta di un secondo piatto di carne, il taglio scelto è quello che corrisponde al girello e viene insaporito con carote, sedano e cipolle, formando una salsa cremosa e saporita, simile al sugo alla genovese che tanto amiamo. Proprio per questo motivo, molte persone, più che “lacerto glassato” definiscono questo piatto come ‘o piezzo ‘e carne cu ‘o sugo â genovese.

Vediamo cosa occorre per preparare questo piatto, ottimo da proporre anche in occasione di qualche festività o ricorrenza, secondo i suggerimenti del portale misya.info.

-Ingredienti:

  • 1.5 Kg di girello
  • 100 g di pancetta
  • 2 carote
  • 1 costa di sedano
  • 10 pomodorini pachino
  • 1 cipolla
  • 600 ml di brodo
  • 2 noci di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio q.b.

-Procedimento:

Per prima cosa, preparare un trito di carote, sedano e cipolla e metterlo da parte. In una pentola grande, far rosolare la pancetta tagliata a pezzi e aggiungere il trito preparato in precedenza, facendo insaporire tutto circa 5 minuti.

Una volta fatto insaporire il trito di carote, sedano e cipolla con l’olio e la pancetta, aggiungere il pezzo di carne e ricoprire con qualche ricciolo di burro e il pepe.

Far rosolare la carne scottandola da entrambi i lati a fuoco vivo, e quando risulterà dorata, aggiungere il vino bianco e far sfumare.

Aggiungere i pomodorini e poi il brodo bollente fino a ricoprire per metà. A questo punto, lasciar cucinare la carne, chiusa con un coperchio, per circa 2 ore, avendo cura di rigirare di tanto in tanto il lacerto e aggiungendo qualche bicchiere d’acqua per far continuare la cottura senza bruciare tutto. Aggiustare il tutto con il sale.

Una volta cotto, adagiare la carne in un piatto, tagliarla a fette sottili  e insaporirle con il sugo saporito e cremoso ottenuto. Il lacerto glassato che farà leccare i baffi davvero a tutti, è finalmente pronto, non resta altro che assaggiarlo e godersi il risultato.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più