Loading...

Le uova alla monachina, deliziosa ricetta dei cuochi borbonici

uova-alla-monachina

La cucina napoletana, attraverso le sue meravigliose ricette è sempre più legata alla Francia, musa ispiratrice di tanti piatti che oggi amiamo proporre sulle nostre tavole.

Molte sono le ricette infatti che sono nate grazie a influenze o rivisitazioni di piatti francesi, e che oggi rappresentano veri e propri simboli culinari partenopei, come la ricetta di cui vogliamo parlarvi oggi, quella delle uova alla monachina.

Non tutti forse sanno che le uova alla monachina, se pur con il passare degli anni, siano state etichettate come un simbolo della cucina campana, sono comunque un piatto di origini francese. Trattandosi di una ricetta a base di uova, molti potrebbero subito pensare ad un piatto povero, ma la realtà è tutt’altra.

Sono uova sode particolari, arricchite dalla besciamella la cui presenza lascia intuire che la ricetta sia nata nei secoli XVIII e XIX, epoca in cui regnavano in Campania i reali delle Due Sicilie che avevano al loro servizio i “Monzù ( dal termine francese Monsieur, cioè signore), ovvero i capocuochi di quelle che allora erano le case aristocratiche in Campania e Sicilia.

Vediamo insieme cosa occorre per preparare queste deliziose uova.

-Ingredienti :

  • 4 uova
  • 30 gr di farina
  • 20 gr di burro
  • 200 ml di latte
  • sale

-Ingredienti per l’impanatura:

  • Farina
  • Pangrattato
  • 1 uovo
  • Olio per friggere q.b.

-Procedimento:

Per prima cosa, preparare la besciamella. In un tegame far sciogliere il burro e aggiungere la farina, mescolando energicamente.

Aggiungere il latte, un pizzico di sale e sempre mescolando far cuocere la besciamella, fino a quando si sarà addensata. sarà pronta quando la consistenza sarà corposa e assolutamente priva di grumi.

In un secondo pentolino, preparare le uova sode, facendole cuocere in acqua bollente per circa 8-10 minuti. una volta cotte le uova,  privarle del guscio e dividerle ognuna in due parti.

A questo punto privare le uova del tuorlo (ovvero la parte gialla), che verrà aggiunta alla besciamella. Amalgamare bene la besciamella con i tuorli, fino ad ottenere una crema che andremo a posizionarle all’interno delle uova sode svuotate.

Una volta ricomposte le uova, posizionarle nel congelatore e far rassodare per circa 1-2 ore.

A questo punto passare le uova nella farina, cercando di  dar loro la forma di un uovo intero, passarli nell’uovo battuto e poi nel pangrattato e friggerli in olio bollente.

Quando l’impanatura risulterà dorata, le uova alla monachina saranno finalmente pronte per essere servite, calde e croccanti tra gli antipasto o anche come un simpatico secondo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più