‘E papaccelle in agrodolce: fantasia e tradizione per un contorno speciale

papaccelle-in-agrodolce

La fantasia in cucina è uno degli ingredienti fondamentali, ma come tutti gli elementi importanti, funziona solo se usata con criterio e attenzione.

Molto spesso infatti, il concetto di fantasia, viene frainteso dai molti che si improvvisano cuochi sopraffini, tanto da proporre sulle loro tavole, piatti più o meno innovativi che non riescono a sortire l’effetto desiderato, e si presentano come miscugli di ingredienti male assortiti. La cucina napoletana però, ha punti a suo vantaggio che la rendono unica e a tratti forse inimitabile, tutto ciò infatti che appartiene al filone culinario partenopeo, rappresenta l’essenza dell’equilibrio tra gusto, tradizione e fantasia.

Dopo tante ricette di primi piatti, secondi, e dolci che hanno fatto innamorare italiani e non solo, oggi vogliamo proporvi la ricetta di un contorno semplicissimo ma dal gusto “leggermente” innovativo, le papaccelle in agrodolce.

Come ben sapete, la papaccella, è un tipo di peperone piccolo, leggermente schiacciato alle estremità e molto carnoso. Vengono dette spesso “papaccelle ricce”, a causa della loro forma ricca.

Questo tipo di peperone, oltre ad essere sublime se preparato sott’olio e sott’aceto, si presta bene a trasformarsi in un contorno sfizioso e particolare se cucinata in agrodolce.  Come per tutti i piatti, anche per queste papaccelle, sono svariate le ricette che si possono trovare, noi però vi proponiamo la nostra ricetta. Vediamo insieme cosa occorre.

-Ingredienti:

  • 1 Kg di papaccelle
  • Olio per friggere q.b. (noi abbiamo scelto l’olio di arachidi)
  • Sale q.b.
  • *4 cucchiai di zucchero semolato
  • *4 cucchiai di aceto

* Le dosi di zucchero e aceto, sono indicative perché preparare un ottimo agrodolce, non è mai semplice. Vi consigliamo quindi di assaggiare prima di portare in tavola le vostre papaccelle, in modo da poter equilibrare il sapore, nel caso in cui prevalesse eccessivamente lo zucchero o l’aceto.

-Procedimento:

Lavare ed asciugare accuratamente le papaccelle. Tagliarle seguendo le forme delle varie “costine”, privarle dei semi, e friggerle in padella con olio caldo.

Coprire la padella i primi 10 minuti, in modo da far cucinare bene le papaccelle senza farle bruciare. Trascorso il primo tempo con la padella coperta, togliere il coperchio, aggiungere il sale e far proseguire la cottura fino a quando la consistenza sarà più morbida.

A questo punto, dopo aver ultimato la cottura delle papaccelle, aggiungere lo zucchero e l’aceto e mescolare per bene a fuoco moderato, fino a far sciogliere completamente lo zucchero.

Controllate che l’agrodolce sia equilibrato e poi portare in tavola per accompagnare un ricco secondo.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più