Le prussiane, i dolci ventaglietti napoletani: la ricetta facile

prussiana
Panificio Petrone

Quando si parla di “arte culinaria” in Campania, non si fa mai riferimento ad una categoria specifica di ricette. La cucina nostrana infatti, basa il suo successo su di una moltitudine di piatti che spaziano dal dolce al salato ottenendo sempre risultati positivi e plausi.

Proviamo a porre l’attenzione sulla categoria dolciaria, quella che riguarda le meraviglie della nostra pasticceria campana che da anni offre al mondo dolci di ogni genere, gusto e soprattutto storia. Pensate ala sfogliatella, il babà, le teste di moro, le choux (‘e sciù), e così via, tutti dolci che oltre alla bontà, offrono vere e proprie pagine di storia, raccontate ad ogni boccone.

Oggi vogliamo scoprire la storia di un dolce dagli ingredienti semplici, dal gusto meraviglioso e amato da anche dai bambini, le prussiane dolci.

Le prussiane, (note anche come “ventaglietti”), sono dolci, appartenenti alla categoria dei biscotti, di pasta sfoglia addolciti con granellini di zucchero, con origini francesi e”trapiantate” in Campania ma conosciute e vendute in tutta Italia. Il loro nome d’origine è palmiers o coeurs appunto in lingua francese, più nello specifico nella regione Linguadoca dove sono più diffuse, mentre in spagnolo vengono chiamate “orejas” e in inglese “elephant’s ear” oppure “butterflies”. Tanti nomi diversi, per indicare lo stesso dolce, molto acquistato nei bar e nelle pasticcerie ma semplicissimo da fare anche in casa. Ecco cosa occorre.

-Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • zucchero di canna non raffinato q.b.
  • 1 tuorlo d’uovo
  • acqua q.b.

-Procedimento:

Su di un piano da lavoro, stendere uniformemente lo zucchero e adagiare sopra la pasta sfoglia. Con l’aiuto di un mattarello, fare pressione sulla pasta sfoglia in modo da far attaccare bene lo zucchero.

Girare la pasta sfoglia mettendo verso l’alto il lato ricoperto di zucchero ed iniziare ad arrotolare dall’estremità destra, fino ad arrivare al centro, ripetendo poi la stessa operazione dalla parte sinistra, fino ad incontrare il lato già arrotolato.

A questo punto lasciar riposare il rotolo in frigo per circa 30 minuti, e dopo procedere con il taglio delle fettine, tutte di spessore di circa 2-3 centimetri.

Disporre le prussiane, ben distanziate tra loro, su di un ruoto foderato di carta forno. Spennellarle con il tuorlo d’uovo sbattuto e un po’ d’acqua e poi cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per 15 minuti. Dopo 10 minuti dall’inizio, girare ogni prussiana, per terminare la cottura dal lato opposto.

Una volta pronte, lasciarle intiepidire, saranno buone da servire anche completamente fredde.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più